Newsletter ilcattolico.it

contact
La nostra newsletter ti consente di ricevere settimanalmente i nostri principali rilanci stampa,
le catechesi e tutti i momenti formativi e le campagne del sito.

Iscriviti, ti aspettiamo, clicca il link qui sotto per accedere alla pagina.

di Don Aldo Buonaiuto
Le esternazioni di Salvini, e di coloro che la pensano come lui, sulla necessità di riaprire le “case chiuse” mi provoca una grande amarezza. Come possono i politici di oggi parlare così a vanvera senza conoscere il fenomeno della prostituzione sulle strade e nei locali, dal momento che è profondamente cambiata rispetto a sessant’anni fa?! Eppure mi rifiuto di credere che queste uscite infelici siano dovute a ignoranza o indifferenza; preferirei illudermi che sia più uno spot elettorale, una strategia per far parlare di sé, un modo per distogliere l’attenzione da altri temi scottanti. E’ impensabile poter legittimare il desiderio perverso e disumano rivolto a giovanissime ragazze usate come carne da macello per soddisfare chi pensa di avere il diritto di comprare il corpo altrui per motivi sessuali.
 
Proseguiamo nella pubblicazione dei contributi prodotti in occasione della presentazione di La riforma e le riforme nella Chiesa, di mons. Agostino
Marchetto. Mons. Brian Ferme espone con lucida attenzione i tratti dominanti del testo, senza far mancare i segni di quella sua sorniona ironia, ad esempio
quando sorride la “bucolica scena pastorale” a cui una certa vulgata amerebbe ridurre “il primo millennio”, quanto al rapporto delle Chiese con Roma

Agostino Marchetto, La Riforma e le Riforme nella Chiesa: Una Risposta, L.E.V- 2017 (vd qui Agostino Marchetto, il #Concilio e la Chiesa)
 
Questo pomeriggio, alle ore 17.15 locali (21.15 ora di Roma), il Santo Padre Francesco si è recato nella Cattedrale di Santiago per l’incontro con i Sacerdoti, i Religiosi, le Religiose, i Consacrati, le Consacrate ed i Seminaristi.
 
Nel pomeriggio, lasciata la Nunziatura Apostolica, il Santo Padre si è trasferito in auto al “Centro Penitenciario Femenino” di Santiago.
 
di KURT KOCH

L’ottobre del 2019 sarà il mese missionario straordinario, così come è stato indetto da Papa Francesco «al fine di risvegliare maggiormente la consapevolezza della missio ad gentes e di riprendere con nuovo slancio la trasformazione missionaria della vita e della pastorale».
 
Lasciato il Palacio de La Moneda, il Santo Padre Francesco si è trasferito in auto al Parque O’Higgins.
 
Questa mattina, lasciata la Nunziatura Apostolica di Santiago, il Santo Padre Francesco si è trasferito in auto al Palacio de La Moneda dove, alle ore 8.20 locali (12.20 ora di Roma), ha incontrato le Autorità, i rappresentanti della Società Civile e della Cultura e i Membri del Corpo Diplomatico.
 
Inizia oggi un itinerario sul Concilio Vaticano II in accordo con La Croce Quotidiano.
Dopo l'invito che S. Ecc. za Mons. Agostino Marchetto ha fatto alle reciproche redazioni ecco un Dossier sul tema.
Nel Dossier che ci accompagnerà per questa settimana ospiteremo gli interventi con cui il 25 ottobre u.s. è stato presentato a Roma, in Campidoglio, l’ultimo libro di mons. Agostino Marchetto, riconosciuto anche da Papa Francesco come il più acuto e completo ermeneuta del Vaticano II e della sua ricezione. Il volume nasce come contributo critico al dialogo avviato dagli atti del convegno curato da Antonio Spadaro e Carlos María Galli.

 
Ferdinando Cancelli

«L’eutanasia in senso proprio, quella dove il medico somministra direttamente un farmaco letale, è alla portata di culture morali coraggiose e individualiste; non è per paesi imbrigliati da un’etica comunitaria e ipocrita. Come l’Italia». Gilberto Corbellini in un articolo uscito il 14 gennaio sull’inserto «Domenica» de «Il Sole 24 ore» critica duramente la recente legge sulle disposizioni anticipate di trattamento definita «il minimo sindacale» in tema di diritti e autodeterminazione.
 
«Il re e la famiglia reale sono fuggiti da Roma, il Capo del Governo è stato arrestato e fatto prigioniero dagli italiani, le truppe si sono sbandate e non pensano più a difenderci». Lo smarrimento vissuto a Roma dopo la caduta del fascismo, l’armistizio e la fuga di Vittorio Emanuele III a Brindisi, nel drammatico racconto delle oblate agostiniane del monastero di Santa Maria dei sette dolori.
 
Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato a Sua Santità Papa Francesco, il seguente messaggio:

 
IL CAIRO, 15. Nuove violenze contro i cristiani copti, la minoranza egiziana già colpita più volte dai jihadisti del cosiddetto stato islamico (Is). Ieri uomini armati hanno ucciso un cristiano nel nord della penisola del Sinai: lo hanno reso noto funzionari della sicurezza egiziana.
 
Papa Francesco è partito per il suo 22° Viaggio apostolico che in una settimana lo porterà in Cile e Perù. L'attesa in terra cilena ed i preparativi per il suo arrivo.
Seguono tutti i discorsi in ordine di pubblicazione

 
Ha avuto inizio questa mattina il 22° Viaggio Apostolico Internazionale del Santo Padre Francesco in Cile e Perù.
 
Egregio Direttore,
con riferimento all’articolo di Tommaso Scandroglio, pubblicato su lanuovabq.it di oggi 8 gennaio, pur senza pretendere di replicare compiutamente al testo, desidero tuttavia precisare alcuni punti contenuti nel lungo attacco che mi viene portato, notando incidentalmente che non è la prima volta che lanuovabq.it mi fa oggetto immeritatamente della sua attenzione.
Punto primo.
 
Al termine della Santa Messa celebrata nella Basilica Vaticana per la Giornata mondiale del Migrante e del Rifugiato, Papa Francesco si è affacciato alla finestra dello studio nel Palazzo Apostolico Vaticano per recitare l’Angelus con i fedeli e i pellegrini convenuti in Piazza San Pietro per il consueto appuntamento domenicale.
Queste le parole del Santo Padre nell’introdurre la preghiera mariana:
 
Alle ore 10 di oggi, II domenica del Tempo Ordinario, il Santo Padre Francesco ha celebrato la Santa Messa nella Basilica Vaticana in occasione della Giornata mondiale del Migrante e del Rifugiato. Dopo la lettura dal Vangelo secondo Giovanni sul tema Videro dove dimorava e rimasero con lui (Gv 1,35-42), il Papa ha pronunciato la seguente omelia:
 
di SANTIAGO JAIME SILVARE TAMALES *

Benvenuto in Cile, casa tua, Papa Francesco! Da quando abbiamo appreso la notizia della visita, noi, Chiesa e popolo del Cile, ci siamo preparati per viverla a partire dall’esperienza di essere “fo colare domestico” che si dispone ad accogliere uno dei suoi. Nel nostro paese, quando ci visita un parente o una persona cara, è usanza dire A su casa nomás llega , “questa è casa tua”. È quello che proviamo sapendo che viene a visitarci un pastore, un padre e un fratello che ci parlerà di Cristo nella nostra lingua e che riconosciamo inoltre come un “vicino” dell’altro versante della cordigliera, che ha vissuto in Cile e ci conosce molto bene. Caro Papa Francesco: “Questa è casa tua”. La visita apostolica del Pontefice è una notizia bellissima.
 
Incuriositi dalle tabelle di Ipr Marketing che per la prima volta ci ha liberato dalla casella “altri partiti” sondandoci da soli all’1.5%, abbiamo chiesto alla Ixé di Roberto Weber, arcinoto istituto demoscopico che lavora con la Rai e infinite altre testate fino all’Huffington Post, di avere qualche dato più dettagliato.
Ne è emerso un documento interessantissimo che pubblicheremo martedì integralmente sul quotidiano La Croce (un motivo in più per abbonarsi www.lacrocequotidiano.it/abbonarsi-ora  e se si vuole da lì ci si può anche iscrivere al PdF).
 
Mercoledì 31 gennaio si celebrera la memoria liturgica della beata Maria Cristina di Savoia nata a Cagliari nel 1812 e morta a Napoli nel 1836 a soli 24 anni. Fu regina consorte delle Due Sicilie dal 1832 al 1836 e in questo periodo nel Regno delle Due Sicilie vissero numerosi santi tra cui san Ludovico da Casoria (1814-1885). Poco dopo la sua morte nacque santa Caterina Volpicelli (1839-1894) mentre quando ella giunse a Napoli era morto da poco a Torre del Greco il beato Vincenzo Romano (1751-1831) la cui canonizzazione potrebbe avvenire nell'autunno 2018 assieme ai beati Paolo VI e Francesco Spinelli di Rivolta d'Adda da Milano. 
 
Fede in Gesù e coraggio per andare oltre le difficoltà come hanno fatto tanti santi: questo caratterizza la preghiera cristiana. E' quanto ha sottolineato il Papa nella Messa del mattino a Casa Santa Marta, ispirandosi alle guarigioni narrate dal Vangelo
 
Alessandro Gisotti – Città del Vaticano
L’imminente viaggio apostolico in Cile e Peru, il Sinodo sui giovani, l’Incontro mondiale delle famiglie a Dublino e ancora Amoris Laetitia e la riforma della Curia Romana. Sono i temi forti dell’intervista rilasciata dal cardinale Pietro Parolin a Vatican News. Il segretario di Stato vaticano si sofferma innanzitutto sulle grandi aspettative che la Chiesa nutre nei confronti dei giovani, nell’anno che vedrà la celebrazione del Sinodo dedicato alla gioventù, il prossimo ottobre, preceduto da un pre-Sinodo a marzo: