La Sobria ebbrezza dello Spirito

recensione di A. Ridolfi

Questo libro, scritto da Padre Raniero Cantalamessa dell'ordine dei Frati Minori Cappuccini e attualmente Predicatore della Casa Pontificia, raccoglie alcuni suoi insegnamenti e meditazioni tra cui una tenuta alla Casa Pontificia, sullo stesso tema del libro.
La sobria ebbrezza dello Spirito è una definizione data dai Padri della Chiesa a proposito della manifestazione della discesa dello Spirito Santo sugli apostoli il giorno di Pentecoste, e su ogni cristiano al momento del battesimo. Nel testo Padre Raniero ha voluto evidenziare e mettere in risalto ciò che lo Spirito Santo può realizzare nella vita dell'uomo che sente il bisogno di aprirsi più liberamente al suo soffio potente lasciandosi plasmare dalla sua azione.

Questo libro non è soltanto un utile strumento di crescita spirituale, ma anche un validissimo testo per approfondire in verità la terza Persona della Santissima Trinità tuttora poco conosciuta. Spesso si corre il rischio di spiritualizzare o di distorcere a nostro uso e consumo l'azione dello Spirito Santo, come del resto avviene anche per la figura del Padre e di suo figlio, nostro Signore Gesù Cristo. Lo Spirito Santo è colui che spezza e corregge la visione di Dio nel nostro cuore e quindi nella nostra mente. E' lo Spirito Santo che rende continua e viva nella chiesa la vita di Gesù, e rende viva nel credente la coscienza che Gesù è il figlio di Dio ed è il Signore.

Lo Spirito Santo è quel "collirio" che ci dà la capacità di correggere e vedere con esattezza Dio: "Lo Spirito Santo vi guiderà alla verità tutta intera" (Gv. 16,13)

L'ignoranza riguardo alla Persona dello Spirito Santo non soltanto ci limita in un vero e ortodosso cammino spirituale, ma c'impedisce ancora di più di vivere una fede viva, efficace ed evangelizzatrice: non basta invocarlo piuttosto dobbiamo permettergli di agire nella nostra vita e quindi lasciarci guidare da Lui. "Chi ha sete venga a me e beva, chi crede in me, come dice la Scrittura, fiumi di acqua viva sgorgheranno dal suo seno" (Gv. 7,37)

Non possiamo testimoniare che Gesù è veramente il Signore della nostra vita se non sotto l'azione dello Spirito come ci ricorda San Paolo nella lettera ai Corinzi al capitolo 12 versetto 3: "Fratelli nessuno può dire Gesù è il Signore se non sotto l'azione dello Spirito Santo".

Padre Raniero ci conduce pian piano alla conoscenza della "Sobria ebbrezza dello Spirito" passando per quelle tappe obbligate che fanno parte di un vero "santo viaggio" di conversione spirituale.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list di cristiano cattolico. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio. Vedi pagina per la privacy per i dettagli.
Per cancellarsi usare la stessa mail usata al momento dell'iscrizione.