Per un umanesimo del Terzo millennio

umanesimo-terzo-millennio.jpgRingraziamo le Edizioni Ares che ci hanno proposto questo bel testo di Mons. Luigi Negri:
"Per un umanesimo del terzo millennio, il magistero sociale della Chiesa".
Un testo ricco, straordinario per qualità sintetiche ed introduttive allo studio della Dottrina Sociale della Chiesa.
Dottrina sociale della Chiesa quanto mai attuale e feconda per una corretta umanizzazione.
Già ricordava Papa Giovanni Paolo II: "La vera cultura è umanizzazione, mentre le false culture e le non culture sono disumanizzanti".
Le Chiesa, infatti, fa sua la preoccupazione di Cristo, di aiutare l'uomo ad essere più umano. Per ciò che attiene al suo essere nel mondo e non del mondo lo illumina con la dottrina Sociale che attiene a piene mani a tutta la sapienza evangelica e a tutto il tesoro tradizionale  e magisteriale della Chiesa. La dottrina sociale illumina come "dare a Cesare ciò che è di Cesare" perché si sa bene cosa e come dare a Dio, fonte di ogni bene e di ogni gloria.
Cita il testo "E' infatti compito della catechesi mettere in luce le conseguenze sociali del Vangelo e in tale compito essa trova un necessario riferimento alla Dottrina Sociale della Chiesa".
La catechesi è chiamata a chiarire "l'azione dell'uomo per la sua liberazione integrale, la ricerca di una società più solidale e fraterna, le lotte per la giustizia e per la costruzione della pace" (Catechesi Tradendae, 29).
Questo ruolo della catechesi aiuta a rispettare il cammino dell'incarnazione. L'uomo è protagonista della storia in Dio per tornare e riportare ogni cosa a Lui. La Dottrina sociale aiuta il credente a non essere disincarnato dal luogo storico della sua santificazione e nello stesso tempo a non cadere nella trappola di una "liberazione" esclusivamente terrena svincolata dall'azione creatrice della grazia nella storia, per la via, anche, della Croce.
La Dottrina sociale ridimensiona ogni ideologia e mette in guardia da ogni utopia sia collettivistica, che liberale ma anche statalista.
Aiuta l'uomo a guardare al di la senza alienarsi e farsi alienare nelle ideologie, per quanto seduttive e gratificanti.
Anzi ricorda che, spesso, le ideologie correnti hanno "rubato" dal pensiero biblico e cristiano spogliandolo della trascendenza e del destino vero dell'uomo.
Per questo sono disumanizzanti.
L'uomo è si radicato alla terra ma "le sue radici sono altrove, nel cuore segreto del Mistero". Qui si fonda la libertà e la libertà di coscienza.
Il testo aiuta a dipanare il gigantesco equivoco per cui si è considerato il Concilio Vaticano II un evento di rottura più che di continuità.
Le degenerazioni interpretative, a più livelli, nate da un falso concetto di "progresso", successive al Concilio Vaticano II, hanno cercato più la mondanizzazione che l'incarnazione.
Molte ideologie attuali, anche apparentemente laicissime, ne sono l'espressione più ideologica e pittoresca. Sono stati proprio i credenti, talvolta, si spera in buona fede, a equivocare il progresso mondano come il nuovo, proprio perchè lo hanno staccato dalle radici e dal patrimonio della Chiesa. Più che teleologia una mondanizzazione e quindi impoverimento del "dono". La libertà svincolata dalla ricerca della verità, mischiandosi con il relativismo ha smarrito se stessa: la libertà non è più libera e liberante.
In questo la Dottrina Sociale della Chiesa, unita alla catechesi, svolge un compito ineludibile per l'umanizzazione dell'uomo.
  I temi trattati sono comunque veramente diversi a cominciare da quello a noi caro della famiglia.
Ma vale la pena di leggere e studiare questo testo ricco e appassionato.
Un "must" delle nostre recensioni. Lo consigliamo a tutti sia per la scorrevolezza del testo sia per i contenuti.
Ne raccomandiamo la lettura in special modo a coloro che hanno una responsabilità di guida nella comunità ecclesiale.
Timidamente ci permettiamo di consigliarlo nei corsi introduttivi di studio della Dottrina Sociale della Chiesa sia magisteriali che di baccellierato.
Il testo è un ottimo punto di partenza per lo studio sistematico dei vari documenti della Dottrina sociale della Chiesa.
Se poi volete fare un regalo di Natale, questa è l'occasione.
Magari al vostro amico catechista o, perché no, ad un giovane sacerdote vostro amico.

Edito dalle Edizioni Ares
è acquistabile anche on line
qui

Mons. Luigi Negri
Vescovo di S. Marino - Monteferltro
Nato a Milano il 26 novembre 1941
Ordinato Sacerdote il 28 giugno 1972
Eletto Vescovo il 17 marzo 2005
Ordinato Vescovo il 7 maggio 2005
Ingresso in Diocesi il 22 maggio 2005
1955 - 1960 > Liceo Classico “G. Berchet”1965 Laurea in Filosofia 1965 Assistente alla cattedra di Filosofia Teoretica
1967 > Ingresso nel Seminario diocesano di Milano
1972 - 28 giugno > Ordinazione Sacerdotale
1972 > Licenza in Teologia
E' autore di oltre 30 volumi e di oltre 100 saggi.
E' collaboratore di prestigiose riviste nazionali ed internazionali.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list di cristiano cattolico. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio. Vedi pagina per la privacy per i dettagli.
Per cancellarsi usare la stessa mail usata al momento dell'iscrizione.