Rassegna stampa Speciali

La lettera spezzettata e la "mondanità spirituale"

lettera integraledi Paul Freeman

Che pasticcio e che mancanza di rispetto!
E questo non lo dice un sito "avverso" al Santo Padre ma il sito che più gli è vicino, tra i non istituzionali, come rassegna stampa ufficiosa della Santa Sede, il Sismografo:

 

Padre Bruno Cesareo, neo Responsabile della Libreria Editrice Vaticana, LEV, e ovviamente il Prefetto della Segreteria per la comunicazione, mons. Dario Viganò, in merito al gigantesco pasticcio della lettera del Papa emerito, letta e diffusa con omissioni e tagli non accettabili in generale secondo l'etica giornalistica e, a maggior ragione, più insopportabili quando si tratta di un documento di un ex vescovo di Roma, sono chiamati anche a spiegare - oltre alla manipolazione della lettera - un'altra questione ugualmente delicata.

Come è possibile che la Lev abbia commissionato a 11 teologi questi volumetti includendo fra loro due tedeschi che il Papa emerito, alla fine, considera la ragione per la quale non può dare il contributo richiesto? Come è stato possibile dare tribuna ad un teologo fondatore di un'organizzazione contraria apertamente al magistero pontificio?
Le parole di J. Ratzinger al riguardo sono come un macigno e si devono trarre le conseguenze.

Ecco la parte conclusiva delle lettera del Papa emerito:
"Solo a margine vorrei annotare la mia sorpresa per il fatto che tra gli autori figuri anche il professor Hünermann, che durante il mio pontificato si è messo in luce per avere capeggiato iniziative anti-papali. Egli partecipò in misura rilevante al rilascio della "Kölner Erklärimg", che, in relazione all'enciclica "Veritatis splendor", attaccò in modo virulento l'autorità magisteriale del Papa specialmente su questioni di teologia morale. Anche la "Europäische Theologengesellschaft", che egli fondò, inizialmente da lui fu pensata come un'organizzazione in opposizione al magistero papale. In seguito, il sentire ecclesiale di molti teologi ha impedito quest'orientamento, rendendo quell'organizzazione un normale strumento d'incontro fra teologi.
Sono certo che avrà comprensione per il mio diniego e La saluto cordialmente
Suo
Benedetto XVI (firma)

https://ilsismografo.blogspot.it/2018/03/vaticano-le-ragioni-del-papa-emerito.html


Insomma in nome della vanità e della vanagloria si è infangato il Santo Padre, il Papa Emerito, l'etica giornalistica e la propria autorevolezza. È proprio il caso di dirlo con il Santo Padre, con le Sue parole, che qui siamo in presenza di un caso di "mondanità spirituale" e di mancanza di "pudore".
Sì, mancanza di pudore che comincia dalle foto dei bagni chimici e capitola in questi pasticci febbricitanti che amano la cosificazione, la verniciatura e calpestano l'unica cosa che conta: la santità feriale del Vangelo.
Non ci si rende conto che così facendo si è speculari ai nostalgici della "sedia gestatoria". La vanità e il degrado dei simboli e dei principi nascono proprio dalla medesima"paura" e dalla successiva mancanza di sobrietà e di pudore. Anzi peggio.
La sedia gestatoria aveva un suo perché, fisiologicamente mutato per attenzione graduale "ai segni dei tempi".
Qui invece si è in presenza di forzature mondane che nulla hanno a che vedere con la sobrietà veramente scardinante del Vangelo.
Qui invece di un "uscire" nelle "periferie del mondo" si rientra dal peggio, nel peggio, nella dinamica della cosificazione e delle verniciature.
Una sorta di push-up e di tacco 12 per sovra-esporre, con colori sgargianti le proprie vanità.
Una sorta di ladrocinio del Bello e di accaparramento del consenso.
Non ci si rende conto che così si "rinforzano" le pessime obiezioni di coloro che sono ostili a questo pontificato, calpestando la fede dei semplici.
Insomma, come si dice a Roma: "Fatela finita!".
Cessate queste dinamiche inique e modaiole e cerchiamo insieme la santità sobria e fedele del Vangelo e cerchiamo di amare Pietro, con sobrietà ed appartenenza, e rispettare i principi che tutti ci giudicano.

vd anche
Lettera integrale del Papa Emerito Papa Benedetto XVI a Mons. Dario Edoardo Viganò

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list di cristiano cattolico. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio. Vedi pagina per la privacy per i dettagli.
Per cancellarsi usare la stessa mail usata al momento dell'iscrizione.