Rassegna stampa Speciali

Fraternità durante l’orrore

Fraternità durante lorroreDisegnavano le bambine ebree, disegnavano tutto il tempo in cui erano costrette a rifugiarsi in un cunicolo stretto e buio sotto il campanile di Santa Maria ai Monti per distrarsi dallo strepitio degli stivali dei soldati sui sampietrini, durante quell’ottobre nero del 1943. Disegnavano soprattutto volti: quelli delle mamme e dei papà per non far sì che il terrore o il tempo ne offuscassero il ricordo, quelli delle bambole perse nella fuga o della regina Esther con in mano una kallá, il pane dell’offerta.  Leggi su Osservatoreromano.va