Rassegna stampa Speciali

FromWeb: Diplomazia al lavoro per la tregua

Almeno 139 morti, tra i quali quaranta bambini e venti donne. Questo l’ultimo tragico bilancio delle vittime palestinesi causate dall’inizio del conflitto, che anche in Israele ha causato nove morti. Nella notte raid israeliani hanno continuato a colpire la Striscia di Gaza. L’episodio più cruento è avvenuto nel campo profughi di Al Shati, nel nord della Striscia, dove le bombe israeliane hanno distrutto un palazzo di tre piani, uccidendo un’intera famiglia: dieci persone, tra le quali due donne e otto bambini, secondo quanto riporta l’agenzia palestinese Maan. L’unico sopravvissuto è un bambino di un mese soltanto. Secondo fonti delle Nazioni Unite almeno 10.000 palestinesi sono stati costretti a fuggire dalle loro case a causa delle operazioni militari in corso. Israele ha denunciato il lancio di 200 razzi da Gaza nelle ultime 12 ore. Questa mattina le sirene di allarme sono scattate a Tel Aviv a causa di una serie di razzi esplosi da Hamas, uno dei quali ha colpito un edificio nella zona di Ramat Gan.
Leggi su Osservatoreromano.va

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list di cristiano cattolico. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio. Vedi pagina per la privacy per i dettagli.
Per cancellarsi usare la stessa mail usata al momento dell'iscrizione.