Le parole del presidente della Cei nel corso dell'omelia della messa per San Francesco di Sales: "E' fortissimo il senso dell'imitazione e se si crea la figura dell'eroe o il senso di competizione, possiamo avere dei risultati drammatici".
Leggi su www.lanazione.it


 

Arrivederci In Cielo, Caro Fratello

Clarisse di Monte Luce, Perugia

Pasqua di P. Maurizio Verde

La notte del 16 gennaio, alle ore 1,20, il nostro carissimo fratello P. Maurizio Verde ha concluso il suo cammino terreno, dopo una malattia che l’ha improvvisamente costretto a cessare le sue attività dedicate al canto e alla musica liturgica, per vivere fino in fondo la sua offerta al Padre, sostenuto dalla fede che, negli anni della sua vita consacrata, è diventata sempre più forte. Aveva 58 anni, ed era nato il 15 agosto, sotto la protezione della Vergine Maria.

 
Caro direttore,
ho aspettato – per non generare pensieri malsani e considerazioni unilaterali, dato che sono suo fratello nella fede e nel sacerdozio – prima esprimere piena solidarietà e amicizia a padre Maurizio Patriciello per la vera e propria 'lapidazione di parole' che ha subìto per aver espresso, con garbo e sollecitudine pastorale un pensiero che condivido e sottoscrivo. Lo riporto per evitare ulteriori strumentalizzazioni: «Sono nato da un padre e una madre. Mio padre si chiamava Raffaele, mia madre Stefania. Mio padre era maschio, mia madre femmina. 
Leggi su Avvenire.it
 
Un regalo di Natale passato forse inosservato è il protocollo che un tavolo tecnico molto assortito ha proposto alla Regione Toscana: la delibera che ha fatto proprio il protocollo ha permesso l'avvio di una procedura che permette ai parenti di alcuni pazienti Covid di sostenerli con le loro visite. Mons. Paglia: «Un modello da imitare in tutta Italia».
Leggi su Aleteia.org


 
 
Anche il Family Day, insieme ad altre associazioni pro-family (tra le quali CitizenGo, ProVita & Famiglia, Non Si Tocca la Famiglia) condivide il messaggio del sit-in che domani mattina a Roma davanti al Ministero dell’interno, alle ore 13, per richiedere la reintroduzione della dicitura madre e padre sui documenti dei minori di 14 anni, dopo la decisione del ministro Lamorgese di sostituire l’indicazione di queste figure con la dicitura genitore 1 e genitore 2.
 
Il 2020 sarà ricordato non soltanto per l’epidemia che ha sconvolto l’intero pianeta, ma anche per l’inversione, in piena corsa, di quel processo che, seppur faticosamente, stava cercando di promuovere l’inclusione, in particolare, degli alunni con disabilità, riconosciuti nella loro dignità di persone uniche e irripetibili.
Leggi su www.vita.it


 
Due indizi fanno una prova, soprattutto quando sono precisi e concordanti. È il caso di don Maurizio Patriciello, che segue quello relativo al Manuale di bioetica del compianto card. Elio Sgreccia, messo all’indice del libri proibiti da più testate giornalistiche nazionali, in attesa di mandare il suo Autore al rogo post mortem.
Continua sul Centro di Studi Livatino


 
Padre Maurizio Patriciello racconta l'attacco di cui è rimasto vittima: «Ho messo un post su Facebook per dire che sono per dare un nome a un padre e una madre. L'Arcigay di Napoli mi ha dato dell'odiatore, del trumpista e ricoperto di insulti a mezzo stampa. L'intolleranza totalitaria dei tolleranti mi preoccupa»

Continua su Famiglia Cristiana


 
Il Governo ha approvato la proposta del “Piano nazionale di ripresa e resilienza, nell’ambito del quale verranno utilizzati i fondi provenienti dall’Unione Europea con il programma “Next Generation Eu”, più conosciuto come Recovery Fund. Un’ingente quantità di risorse 222 miliardi di cui 144,2 per nuovi interventi, che verranno declinati in diversi ambiti. Nello specifico: digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura; rivoluzione verde e transizione ecologica; infrastrutture per una mobilità sostenibile; istruzione e ricerca; inclusione e coesione; salute. Per sapere di più su punti di forza e criticità del Piano e per capire quali sfide attendono il Paese nel prossimo periodo il Sir ne ha parlato con alcuni esperti.
Leggi su Agenzia Sir
 
Francesco nell’intervista televisiva di domenica aveva annunciato che avrebbe preso il vaccino questa settimana. L’emerito l’ha ricevuto stamattina.
Leggi su Vaticannews.va
 

Disonora il padre e la madre

Genitore 1 a genitore 2, passo e chiudo la famiglia. Non è una comunicazione in codice della Volante ma è il nuovo codice della famiglia, già adottato in mezza Europa e ora negli Stati Uniti e ripristinato in questi giorni da noi da questo governo (come annunciato dal ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, sulla carta d’identità dei minori tornerà la dicitura “genitore 1 e genitore 2”); noi che siamo provinciali e ci adeguiamo sempre “all’estero”, come dicono gli idioti, ma in differita.
Continua sul sito di Marcello Veneziani

 
"L'intenzione, se le condizioni lo permetteranno, è di riaprire il 1 febbraio". Così a Vatican News il direttore dei Musei Vaticani Barbara Jatta, tra i partecipanti oggi al convegno online 'More Museum'. "In questi mesi sono cresciuti esponenzialmente i nostri utenti sui social, anche grazie alla collaborazione con il Dicastero della Comunicazione e alla pubblicazione dei video "Face to face".
Leggi su Vaticannews.va
 
E' stato reso noto il calendario delle cerimonie che Papa Francesco celebrerà fino a febbraio. Oltre alle due Messe presiedute in San Pietro, il prossimo 25 gennaio il Papa si recherà nella Basilica di San Paolo fuori le Mura per la recita dei Secondi Vespri e la chiusura della Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani.
Leggo su Vaticannews.va
 
“Non ci sono vittime né feriti perché l’esplosione è avvenuta presto, erano circa le 6,30. Lì è un luogo di passaggio, non frequentatissimo, ma se fosse stato più tardi sarebbe andata diversamente, qualcuno ci sarebbe stato certamente”. Lo dice al Sir don Luigi Castiello, cappellano dell’Ospedale del Mare, a Napoli, dove stamattina presto, racconta il sacerdote, che ha da poco lasciato il nosocomio, “è scoppiato un grande tubo, di quelli che portano l’ossigeno in tutto l’ospedale. Questo tubo alimentava, in particolare, l’ala destra”. L’incidente ha provocato “una voragine di circa 2mila metri quadri, profonda una ventina di metri, che ha ingoiato tre auto, che ora stanno cercando di recuperare. La zona è stata transennata”. 
Leggi su Agenzia Sir
 
Ch.mo Professore Galli della Loggia, Buonasera!   Ho appena finito di leggere il Suo articolato intervento di oggi, che riguarda, precisando,  "NOI E LA FEDE. Si parla poco della condizione di declino e di crisi gravissima che il Cristianesimo sembra conoscere attualmente. I grandi temi che la Chiesa ha pensato di non vedere". È stato una ragione di più, per me, di attenzione e analisi, che sempre riservo ai suoi articoli nel loro vasto raggio tematico, non perché mi senta nella sua linea, per quanto concerne la Chiesa Cattolica, circa l'attuale Pontificato romano, diventata via via più sistematicamente critica.