contact
La nostra newsletter ti consente di ricevere settimanalmente i nostri principali rilanci stampa,
le catechesi e tutti i momenti formativi e le campagne del sito.

Iscriviti, ti aspettiamo, clicca il link qui sotto per accedere alla pagina.

Negli anni ho imparato che la saggezza sospende sempre il giudizio e si accosta con rispetto alle vite degli altri, quasi andando in punta di piedi. La dott.ssa Boda mi ha spesso confidato di sentire come sua la frase di Madre Teresa di Calcutta: “Sono una matita nelle mani di Dio”. Carissima Giovanna, coraggio, combatti perché devi scrivere ancora tante pagine.
Leggi su formiche.net


 
«Domenica 11 aprile, il Vescovo Gualtiero Sigismondi, nella chiesa parrocchiale di Massa Martana, ha annunciato la sospensione di don Riccardo Ceccobelli dal servizio sacerdotale, a seguito della sua decisione di domandare al Santo Padre la grazia della dispensa dagli obblighi del celibato, chiedendo quindi di essere dimesso dallo stato clericale e dispensato dagli oneri connessi alla Sacra Ordinazione. Mons. Sigismondi – come riportato nel precedente Comunicato – ha chiesto di non commentare quanto don Riccardo ha deciso e di pregare per lui. Tuttavia, a seguito della rilevanza mediatica che l’annuncio ha suscitato, tale Ufficio interviene con alcune precisazioni.
 
“Siamo nella stessa barca e dobbiamo remare insieme nella tempesta di questo tempo”. È l’augurio che mons. Spreafico, presidente della commissione Cei per l’ecumenismo e il dialogo, rivolge quest’anno ai musulmani in Italia che da oggi fino al 12 maggio stanno vivendo il mese benedetto del Ramadan. “In modo quasi paradossale, la distanza a cui siamo tenuti, ci ha fatto riscoprire il bisogno della comunità, di essere insieme per rivolgerci all’Onnipotente, ed anche di venire incontro alle numerose richieste di aiuto e sostengo materiale e spirituale”.
Leggi su Agenzia Sir
 
La diocesi di Como promuove due serate sulla figura della religiosa, uccisa in odio alla fede da tre giovanissime, il 6 giugno 2000 a Chiavenna, in provincia di Sondrio. Quest'anno, proprio nella stessa data, nello stadio comunale della cittadina, suor Maria Laura sarà beatificata. La postulatrice: “il suo martirio è stato il coronamento di una vita nel segno dell’offerta a Dio”.
Leggi su Vaticannews.va


 
 

FromWeb: Ciascuno di noi dipende dagli altri

«Il contributo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore si è espresso e continua a esprimersi con specifici caratteri e valori» che sono legati «alla vita della nostra comunità nazionale». In questo particolare momento, «si avverte questo senso di comunità che il nostro Paese ha visto ribadito nella sua fondamentale importanza con forza durante la pandemia che ci ha ricordato come ciascuno di noi dipenda da tutti gli altri»: è quanto ha affermato il presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, intervenuto questa mattina, in collegamento dal Quirinale, all’inaugurazione dell’anno accademico nel centenario dell’ateneo fondato da padre Gemelli.
Leggi su Osservatoreromano.va
 

PRECISAZIONI SUL TOPONIMO MAIELLA

A cura di Lucio Taraborrelli

Non è vero che la Maiella deriva il nome dalla dea Maja. Quella della dea Maja e del figlio morente arrivati in Abruzzo non è una leggenda: è una favoletta iniziata a circolare alla fine dell'Ottocento a beneficio degli spiriti romantici.
 
L’obiettivo delle 500 mila immunizzazioni al giorno è irraggiungibile. E non è colpa di Draghi, ma di dieci anni di disastro elitario
 
Papa Francesco ha accettato la rinuncia al governo pastorale della diocesi di Chiavari, presentata da mons. Alberto Tanasini, e ha nominato vescovo di Chiavari mons. Giampio Luigi Devasini, finora vicario generale della diocesi di Casale Monferrato. Ne dà notizia il bollettino della Sala stampa vaticana.
Leggi su Agenzia Sir
 

DDL ZAN. IGNORANZA DEMOCRATICA E DELLE LEGGI

A cura di Paul Freeman

"Quando parlo delle legge Zan contro la omo-transfobia, io parlo di cose che portebbero il nostro paese nel futuro, nella modernità" (al min. 13:40 e successivi) Così il segretario Letta che poco prima, su altro argomento, aveva asserito "non si può parlare ad ognuno di quelli che ti ascoltano dicendo esattamente quello che uno ascolta vuole sentirsi dire" (al min. 01:40 e successivi).
 
«Abbiamo bisogno di essere salvati (salus), non soltanto tutelati e protetti». L’augurio di buona Pasqua di un rettore a studenti e insegnanti.
Leggi su Tempi.it


 
A 12 anni dal terremoto, il cardinale ha celebrato una Messa in ricordo delle 309 vittime del sisma nella Chiesa di Santa Maria del Suffragio. Forte l'accento del porporato all'unità che si è creata nella comunità, ancora profondamente segnata da quella tragedia.
Leggi su Vaticannews.va


 
 
L'arrivo al Senato della legge Zan non è passato indenne. Ma in questo caso il quadro è più frastagliato perché sono contraria alla norma, per motivi diversi da quelli leghisti o cattolici, anche gran parte del femminismo e della sinistra libertaria e la stessa commissione Affari costituzionali è intervenuta con indicazioni non del tutto rispettate dal legislatore
 
Fonte: Facebook

Il DDL ZAN, dal nome del suo relatore Alessandro Zan, è già stato approvato alla Camera dei deputati il 4 Novembre del 2020 e tra qualche giorno riprenderà il suo percorso al Senato.
Perché il femminismo radicale italiano si oppone a questo disegno di legge? per le seguenti motivazioni.

 

FromWeb: Rita, la croce, i bambini

Nelle meditazioni e nei disegni lo sguardo di speranza dei piccoli
Nella notte di piazza San Pietro, Rita cammina a testa alta, stringendo tra le mani la croce di legno. Rita alle “croci” è abituata a dare del “tu”, tanto da non considerarle “croci” ma la “normalità”. E forse ha ragione lei. Una settimana fa ha compiuto 39 anni e stasera è qui, alzando la testa e la croce, in piazza San Pietro, davanti a Papa Francesco. Ah già, Rita ha la sindrome di Down.

Leggi su Osservatoreromano.va


 
Anche per quest’anno a causa della pandemia di coronavirus Covid-19, la Via Crucis con Papa Francesco si svolgerà in piazza San Pietro, e solo un ristretto numero di persone potrà parteciparvi. Tra questi anche una rappresentanza dei bambini e dei ragazzi della Casa famiglia “Il Tetto Casal Fattoria”, incaricati di realizzare i disegni che illustreranno le 14 stazioni. “È arrivata un po’ a bruciapelo con una telefonata ed un invito che abbiamo accolto con grande emozione e molto entusiasmo, sia i grandi che i piccoli”, racconta al Sir Caterina Amendola, responsabile della comunicazione e consigliera del CdA della Cooperativa sociale Il Tetto Casal Fattoria, impegnata con gli altri educatori e volontari a spiegare il lavoro da compiere ai circa 100 tra bambini e ragazzi, di diverse religioni e culture, “abbiamo raccontato ai bambini questo percorso in 14 tappe, questa storia di una salita faticosa, di un percorso doloroso, in cui però si incontrano anche l’amore, l’amicizia, la speranza. Dopo questo racconto, i ragazzi hanno interpretato e disegnato questa storia e quello che maggiormente li aveva colpiti. Ognuno a modo suo ha rielaborato quello che aveva ascoltato e poi ci ha messo un po’ anche di se dentro”.
Leggi su Agenzia Sir