Show generalista con "morale" relativista

fiorello1Lo show generalista e "leggero" di Fiorello su Rai 1 è geniale. E' sicuramente un modo bello per far da contenitore al Varietà e nel contempo un modo per fare autentica televisione. Davanti allo scempio fatto da trasmissioni marcate Endemol o ai vari show è una boccata d'ossigeno.
Purché però non ci si avventuri nel campo di scelte etiche sensibili. Qui i piani si mischiano e si fa violenza veicolando spot ingannevoli come quello fatto da Fiorello sul preservativo.
Ingannevoli sia perché non è vero che il preservativo salva dall'AIDS (basti leggere le laicissime indicazioni ABC - abstinence, be faithfull, condom); ingannevoli perché tu, showman, stai usando il tuo ruolo pubblico, pagato con soldi pubblici, abusando deontologicamente del tuo ruolo.
Caro Fiorello, come nel passato hai fatto delle scelte sbagliate, nel delirio di onnipotenza - come tu stesso hai più volte onestamente affermato - così sei cascato di nuovo in questo delirio dando una pessima informazione che rivela un impianto etico relativista e diseducativo verso l'educazione alla sessualità e alla vera prevenzione; hai cosificato la vita affettiva e il dramma di una terribile malattia attorno ad un pezzetto di gomma.
Come "Morgano" e "Ariso" ti diciamo: per noi è no! Non fa ridere, non informa, non forma, depaupera il canone tv.
Nel delirio in fin dei conti ti sei omologato, ti sei messo nel carrozzone dei mediocri. Hai risposto a queste critiche su Twitter scrivendo: "non ho parole".
Si, forse sei stato sincero: non hai parole, non hai argomenti su cose così delicate.. pertanto l'altra sera hai perso un'occasione per stare zitto.
Parlando di preservativo... non ti sei preservato e hai fatto svanire tutta la sana leggerezza che il tuo bel show ha portato.

Paul