Gli amici scrivono

LE DOMANDE PIU’ FREQUENTI SULLA CHIESA E DINTORNI

 

hotantafiducia-pierogheddo.jpgDa poco ho finito di leggere l'ultimo libro di Padre Piero Gheddo, Ottanta fiducia, edito da San Paolo, uscito a gennaio scorso; in questo libro ci sono le FAQ (Frequently Asked Questions): le "domande più domandate". Quelle domande che più spesso la gente rivolge a padre Gheddo nel corso dei suoi numerosi e affollati incontri pubblici.

 

 Il libro di Gheddo fatto di domande e risposte potrebbe essere un ottimo strumento da utilizzare per commentarlo in radio, sui giornali. Le domande nel libro riguardano spesso il terzo mondo, la missione, la Chiesa, la fede, la società, la politica.

Don Piero con i suoi numerosi libri e migliaia di articoli è il missionario più conosciuto della Chiesa. La sua voce, non ha temuto la polemica, - scrive Roberto Beretta nella prefazione - quando in gioco ci fossero la verità delle sue testimonianze e le storture applicate dall'ideologia all'opera della Chiesa: vedi le battaglie quasi solitarie (e oggi riconosciute profetiche) condotte da Gheddo ai tempi della guerra del Vietnam, sul genocidio cambogiano, sulle molte dittature militari africane.

 Spesso don Piero è dipinto anche dai suoi confratelli come un mastino severo, un moralista, niente di tutto questo, è piuttosto un don "Pierino", gentile, sorridente, non esiste alcuno schema astratto alla base del continuo lavoro documentativo di questo missionario-scrittore, nessun partito preso.

 Ha diretto per oltre quarant'anni la rivista del Pime (Pontificio istituto missioni estere), Mondo e Missione, ma soprattutto ha fatto numerosi viaggi per il mondo, nei luoghi più sperduti di missione dell'Asia, dell'Africa, dell'America Latina.

 Il testo di don Piero si suddivide in 8 capitoli, nel 1° ci sono le domande più frequenti che si fanno intorno alla Politica. Di una certa attualità è la 3 quella sul voto ai politici che sono regolarmente divorziati. E come non pensare alla recente querelle del presidente del consiglio Silvio Berlusconi, che sta rischiando di divorziare per la 2 volta da sua moglie. Bisogna votarli lo stesso questi politici? Si chiede Gheddo. Della loro vita privata risponderanno non a me cittadino, ma a Dio. A me, come cattolico che vota, interessa la loro coerenza rispetto al programma che presentano alle elezioni. Se promettono di difendere la famiglia com'è secondo la Costituzione Italiana; di aiutare le famiglie per i figli, gli asili, i buoni scuola; di sostenere le donne affinché non abortiscano; di essere contrari ai cosiddetti diritti delle coppie di fatto e al "matrimonio" fra omosessuali: io decido di fidarmi, salvo poi verifica del loro operato concreto.

 Il divorzio è una piaga che sta distruggendo la famiglia e il concetto stesso di matrimonio. Oggi prevale l'ideologia libertaria radicale, la "dittatura del desiderio": si privilegia i diritti individuali che diventano un assoluto, senza alcuna considerazione per i diritti dei  figli e della società. Anche la crescita sottozero demografica dell'Italia è da attribuire in parte alla diminuzione dei matrimoni.


Rozzano MI, 7 maggio 2009                               

s. Flavia martire
DOMENICO BONVEGNA
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.