Gli amici scrivono

LE DOMANDE PIU’ FREQUENTI SULLA CHIESA E DINTORNI 7

L'ideologia femminista ha aiutato la donna?

 

 Che cosa pensa del femminismo padre Gheddo? Condivide le battaglie femministe?
Don Piero risponde nel testo Ho 80 Tanta fiducia, edito da S. Paolo. Una società guidata maggiormente dalle donne, sarebbe più umana. Quando nel 1968, emerse la questione femminista, con le donne che si mobilitavano per ottenere pari dignità con l'uomo, mi piaceva, anche perché ricordavo gli effetti negativi del‘maschilismo' scrive Gheddo. In seguito però ho modificato il mio parere quando ho capito che le femministe non volevano solo avere pari dignità, ma anche essere come gli uomini, ignorando la diversa natura dei due sessi. La società che va contro le leggi di natura è destinata sempre ad essere disumana.

 

La decadenza di una società incomincia sempre dalla decadenza della famiglia; mi permetto di aggiungere dalla decadenza della donna. E' venuto meno il modello di famiglia unita, per mille motivi, ma soprattutto a causa del femminismo esasperato.  In passato c'erano certamente coppie sofferenti perché non andavano d'accordo e dovevano sacrificarsi per non rompere l'unità familiare ad ogni costo (...) Certo la donna era spesso quella che doveva subire, sopportare, avere pazienza, sacrificarsi per mantenere la famiglia unità. Ci sono casi in cui è il marito a pazientare. Oggi la situazione è molto peggiore - per don Piero - nella società italiana si sta distruggendo la famiglia e il concetto stesso di matrimonio. Soprattutto tra le donne giovani si è affermata un'ideologia femminista che annulla le ricchezze rispettive dei due sessi, per una ‘parità' che snatura la donna e finisce per confondere e deresponsabilizzare l'uomo.

 Insomma quando la donna tenta di diventare "uoma", come ha scritto una rivista femminista, va fuori strada e dissesta il matrimonio, la famiglia, i figli. Il modello di donna oggi presentato dai mass media, dove si esalta la libertà sessuale e le più svariate "esperienze", crea gravi danni alla stabilità della famiglia e riduce il senso del matrimonio.

 Tirando le somme oggi dopo quarant'anni dall'emergere del femminismo, che doveva "liberare" la donna dall'oppressione maschilista, le donne stesse si stanno accorgendo che il modello culturale corrente nega la femminilità e danneggia prima le donne, poi la famiglia, i figli e tutta la società.

 In pratica il modello di donna che per affermare se stessa imita il peggio dell'uomo, è una solenne buggeratura per le donne stesse, le rende meno donne.

S. Teresa di Riva, 2 luglio 2009

Festa della Madonna delle Grazie.  
DOMENICO BONVEGNA
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.