Lullo 2018
A cura di P. Pietro Messa, ofm
Il 2018 si prefigura un anno in cui l’aspetto interetnico, multiculturale, interreligioso sarà ancora più determinante e ciò non solo a motivo del movimento migratorio in atto ma soprattutto a causa dei social network. E affinché tutto questo non degeneri in uno scontro – più o meno grande – di ignoranze è necessario un supplemento di sapienza; riguardo a ciò aspetti importanti sono offerti dal laico e coniugato Raimondo Lullo, denominato anche doctor illuminatus, che fu tra Duecento e Trecento teologo per la missione o – come ebbe ad affermare il cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle cause dei santi – uomo di una grande santità e una dottrina eminente.  
Innanzitutto nei suoi scritti insegna che è necessario comunicare e per questo bisogna imparare non solo la lingua gli uni degli altri ma anche conoscere approfonditamente la cultura e la fede dell’interlocutore. Ad esempio secondo lui è urgente spiegare ai cristiani cosa credono i mussulmani e viceversa perché spesso pur usando stese parole o espressioni intendono cose diverse.
Accanto a ciò un ruolo fondamentale è l’educazione dei bambini perché tramite essa siano capaci di confronto e scambio reciproco.
Per i cristiani richiede una radicale riforma di vita personale e comunitaria che non può scaturire che da una intensa vita di preghiera e conversione evangelica. A questo scopo Raimondo innalza una preghiera alla Vergine e una richiesta a Dio di missionari santi, come risulta ad esempio nel Canto di Raimondo, ossia le quattordici strofe dell’opera poetica che compose nel 1300 nella natia isola di Maiorca.  Leggere tale poesia trobadorica in cui Lullo, che la tradizione vuole terziario francescano, riepiloga la sua vita – opera disponibile in una nuova traduzione italiana in Raimondo Lullo, Libro di santa Maria, a cura di S. Sari, Milano 2017 – offre un metodo per affidarsi alla misericordia e chiedere il dono di vocazioni missionarie, come mostra la seguente strofa di sei versi.
Prego Dio che mandi messaggeri
devoti, sapienti e veritieri
per divulgare che Dio si è fatto uomo.
Prego la Vergine dove Dio si è fatto uomo
e tutti i santi a lei sottomessi
di non essere mandato all’inferno.
Per un ulteriore approfondimento cfr. Sara Muzzi, Raimondo Lullo. Opere e vita straordinaria di un grande pensatore medievale, Edizioni Terra Santa, Milano 2016, p. 80, euro 8,00 e l’omelia del cardinale Angelo Amato in https://www.ilcattolico.it/rassegna-stampa-cattolica/formazione-e-catechesi/santita-eroica-e-dottrina-eminente-di-raimondo-lullo.html .

Share this post

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn


"L'articolo e le immagini sono state prese dal web al solo scopo di condividere il buono ed il bello, per il Vangelo, su questo sito, senza scopo di lucro. Nel caso di violazione del copyright, siate gentili, cortesemente, contattateci ed il materiale sara' subito rimosso. Grazie."