Rassegna stampa formazione e catechesi

Professionalità motivata per superare la crisi: l'esempio della venerabile Lorenza Longo

Maria Lorenza LongoP. Pietro Messa, ofm

Quello che sembrava uno slogan, ossia che "sono le persone a fare la differenza", con il trascorrere degli eventi si manifesta contemporaneamente come una bella e drammatica realtà. Ad esempio, alcuni sono anche spiritualmente fortemente motivati ma senza alcuna professionalità e al contrario altri professionalmente preparati non hanno motivazioni che reggono l'urto con la realtà.
Alla fine dei conti entrambi inconcludenti e inefficaci. Per contrapposto si può vedere la posizione di quanti - per dirlo con un'immagine plastica - hanno la camera da eremiti e l'ufficio da manager! In questo un esempio viene dalla venerabile Maria Lorenza Longo (1463-1539) che a Napoli non solo fondò l'ospedale degli incurabili ma anche diede inizio alle clarisse cappuccine con il monastero detto delle Trentatré. Una donna fortemente radicata nella preghiera e in un'intensa vita evangelica che la mosse in una carità operosa nella non facile realtà di Napoli. Ammirando alla sua vicenda si può affermare con sant'Ireneo di Lione che l'uomo vivente è la gloria di Dio e la gloria di Dio è l'uomo vivente.