Rassegna stampa formazione e catechesi

Popule Meus (Improperia) - discanto in forma di conductus

populemeusPopule meus (Improperia)

Una lauda antica non molto conosciuta.

Antico discanto medievale in forma di conductus (anche di questo siamo grati alla Cattedrale di Notre Dame) e con testo biblico responsoriale di Improperia.
Composto per uso liturgico e para-liturgico ad uso specifico della Settimana Santa ed in modo particolare nel giorno del Venerdì Santo. Processionale ed introitale del lezionario o della Santa Croce.

Il popolo a cui si rivolge il Cristo non è solo il popolo ebraico ma il popolo di Dio in ogni tempo che, in diversa misura, crocifigge sempre il Suo Signore con la ingratitudine, con il peccato e il tradimento.

 

Popule meus, quid feci tibi? Aut in quo contristavi te? Responde mihi.

Quia eduxi te de terra Aegypti: parasti Crucem Salvatori tuo.

Popule meus..

Ego propter te flagellavi Aegyptum cum primogenitis suis; et tu me flagellatum tradidisti.

Popule meus...

Ego ante te aperui mare, et tu aperuisti latus meum.

Popule meus...

Ego ante te praeivi in nube, et tu me deduxisti ad Pilatum.

Registrato stamane con il telefonino in presa diretta presso la collegiata di San Francesco a Corinaldo (An) (1265 - 1281).

Segue tema "Cammino al Calvario" con sola chitarra da "Passio Christi" composto per chitarra e orchestra nel 1989 da © Paul Freeman eseguito in presa diretta , sempre con il telefonino.
Non vi sono effetti. Il riverbero naturale è di questa stupenda Chiesa di Corinaldo.

Il Signore e la Sua Passione vi accompagnino grandemente e fino alle midolla.
Dolci i Suoi rimproveri da vero amante.
Buon triduo.

Paul Freeman