Rassegna stampa formazione e catechesi

NON FARE DELLA CASA DEL PADRE UN MERCATO

cleansing the temple“«Portate via di qui queste cose e non fate della casa del Padre mio un mercato!».”
"... τὸν οἶκον τοῦ πατρός μου οἶκον ἐμπορίου"
(Gv. 2,16)



Stiamo parlando del tempio?
Certo che parliamo del tempio, parliamo delle mura e soprattutto parliamo del “noi” che è la Chiesa per volere di Cristo.

Ma il primo passo è che parla del sé, parla di te, del tempio della tua persona: non fare della tua persona, “casa del Padre”, un mercato, un emporio, un traffico di vita degradata.

Il traffico a la compra-vendita del vano è quotidiana.
Emozioni, pensieri, turbe, fantasmi, idolatrie, proiezioni, giudizi avventati, mormorazioni, detrazioni, condanne, stigmatizzazioni, perbenismo, poco silenzio.

Attenzione a quanto si maschera di Bene Comune ed è traffico di vita sulla vita umana, altro scandaloso emporio che crea la cultura dello scarto. Ad-intra e per mare.

L’avarizia nascosta del “molto fare” per il Regno, poi, nella sua raffinatezza idolatrica, svela in realtà che non esistono né super-uomini né super-donne, ma agitatori del vano che ancora non hanno compreso di essere “casa del Padre”, luogo orientato allo Stupore di Scienza, alla Lode, alla Adorazione, al dono di sé e al Bene, con il cuore dei disarmati, dei poveri e dei piccoli.
I quali non si appropriano di nulla.
Tutto il resto è mercato magari con la patina della spiritualità e di parole alla moda che distraggono e fanno di noi dei venditori e dei cambiamonete.

E talvolta i cambiamonete sono peggiori dei venditori perché trafficano con interesse ed alimentano il vano con il culto di sé degradando i simboli, le parole e alterando il linguaggio per perpetuare il perenne emporio della vanità.

PiEffe


Sabato della VI settimana di Pasqua

S. Isidoro, contadino (1070-1130)

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list di cristiano cattolico. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio. Vedi pagina per la privacy per i dettagli.
Per cancellarsi usare la stessa mail usata al momento dell'iscrizione.