Rassegna stampa formazione e catechesi

La profezia del cardinal Ruini

Ruini sguardoP. Pietro Messa, ofm

Oltre una decina di anni fa, in un incontro presso la Pontificia Università Lateranense, parlando della recezione del concilio Vaticano II, tra l'altro l'allora Vicario generale della diocesi di Roma, cardinal Camillo Ruini, auspicò che vi fosse una rinascita spirituale e culturale.
A seguire aggiunse immediatamente che tale rinascita non deve essere solo spirituale ma anche culturale perché l'assenza della seconda comporterebbe il rischio di scadere nel fanatismo ed integralismo, realtà tanto non auspicabile quanto possibile nel futuro. (cfr. https://www.gliscritti.it/approf/2006/conferenze/oraetlabora.htm ). Proprio per favorire tale rinascita culturale lo stesso Ruini si fece promotore del "Progetto culturale" mentre la Conferenza Episcopale Italiana mise come titolo al Progetto decennale 2010-2020 "Emergenza Educativa"; più recentemente papa Francesco ha richiamato l'importanza di un "Patto educativo".
A distanza di un decennio - ma soprattutto con la pandemia, i vaccini e le norme inerenti al green pass - si deve riconoscere quanto sono state profetiche le parole del cardinal Ruini che invitavano ad una rinascita non solo spirituale ma anche culturale per non cadere nel fanatismo e integralismo. Infatti casi di fideismo squalificante la ragione e la scienza purtroppo non sono assenti come si coglie in coloro che non seguono alcuna norma igenico-sanitaria confidando nel soprannaturale. A volte tale atteggiamento è motivato da una contrapposizione a coloro che affermano che sarà unicamente la scienza a salvarci; il risultato finale è una polarizzazione deleteria in cui preghiera e scienza, fede e ragione sono contrapposte. 
Come più volte affermò l'allora cardinal Joseph Ratzinger all'assolutizzazione di un aspetto della realtà la risposta adeguata non è l'assolutizzazione del contrapposto ma il far brillare la bellezza della verità totale che è sempre sinfonica (cfr. https://it.zenit.org/2020/04/24/la-bellezza-salvera-dal-coronavirus-si-no-forse/ ). Si è nella prospettiva indicata da Romano Guardini in "L'opposizione polare. Filosofia del concreto vivente", uno degli aspetti fondamentali del magistero di papa Francesco (cfr. https://www.cattolici.ilcattolico.it/rassegna-stampa-cattolica/formazione-e-catechesi/l-opposizione-in-fratelli-tutti-tra-papa-francesco-e-romano-guardini.html ).