Rassegna stampa formazione e catechesi

La buona educazione è saper porre le domande giuste

madre teresa orante«Rabbì, quando sei venuto qua?».
Gesù rispose loro: «In verità, in verità io vi dico: voi mi cercate non perché avete visto dei segni, ma perché avete mangiato di quei pani e vi siete saziati. Datevi da fare non per il cibo che non dura, ma per il cibo che rimane per la vita eterna e che il Figlio dell’uomo vi darà. Perché su di lui il Padre, Dio, ha messo il suo sigillo». (Gv. 6,25-29)

---


Se non facciamo a Dio le giuste domande Egli, pur non rispondendoci, ci rimanda oltre e ci porta a porre le domande giuste.
A questo serve la Direzione Spirituale, a porre a Dio le giuste domande.
Per tale motivo molti iniziano un cammino spirituale, anche con un confessore o un direttore, ma in realtà non entrano nel discepolato ma nell'auto-refenzialità.

Ed è un serissimo problema vocazionale che si trascinapoi, nel tempo, con effetti imprevedibili e talvolta mortiferi.
Non pongono a Dio le giuste domande e perdono il contatto con sé, con Dio e con la realtà.

Sembrano, talvolta, lucidi analisti ma sono mossi solo dal sé che ricerca il sé, in un continuo miasmo di inquietudine, il proprio e quello degli altri, di cui, senza alcun dubbio, fanno avida raccolta.
Persone in pena, bisognose, ovunque e comunque, di affermare il sé in un continuo ingolfamento delle relazioni.
Falsità crea falsità e struttura, vanità strutturata.

Ed infatti nessuno pone giuste domande a Dio se non pone giuste domande alla storia, agli uomini e a sé stesso.
La Via della Sapienza biblica nasce da questo porre le domande giuste.

Porre le giuste domande, dunque, è l'arte di assaporare il reale ed il preludio allo svelamento dei doni battesimali.
Porre le domande giuste è rispondere al "debito" nello Spirito Santo (Rm. 8,1ss).
E non può che avvenire nella Chiesa ed amando la Chiesa stessa, con somma appartenenza, con la Carità che genera appartenenza e pudore.

Ed infatti Cristo Signore Gesù, il Dio del terzo giorno, non è altri che la retta domanda a Dio e la piena, colma e traboccante risposta.

PiEffe


Sabato della VI settimana di Pasqua

S. Isidoro, contadino (1070-1130)

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list di cristiano cattolico. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio. Vedi pagina per la privacy per i dettagli.
Per cancellarsi usare la stessa mail usata al momento dell'iscrizione.