Rassegna stampa formazione e catechesi

Indagine sul Nazareno

sulle tracce del NazarenoUn libro fa il punto sugli studi storici attorno alla figura di Gesù

di Andrea Volonnino

Gli ultimi decenni sono stati testi­moni di una notevole fioritura degli studi storici attorno alla fi­gura di Gesù e al suo specifico contesto religioso. Di tutto quanto prodotto in ambito acca­demico, però, poco è filtrato al grande pubblico. Il mercato edi­toriale nostrano e internazionale è per lo più dominato da pub­blicazione di carattere sensazionalistico o devozionale su Gesù di Nazareth. In soccorso del let­tore italiano giunge però ora questo libro — Sulle tracce del Na­zareno. Introduzione al Gesù storico, Palermo, Phronesis Editore, 2022, pagine 364, euro 23 — di Adriano Virgili, autore che aveva dato buo­na prova di sé in diversi testi di carattere di­vulgativo a tema filosofico e/o storico-reli­gioso. Come sottolinea nella prefazione del volume Gabriele Boccaccini, docente di giudaismo del Secondo Tempio e origini cristiane presso l’Università del Michigan,

«l’opera di Virgili conduce con successo i lettori ad avvicinarsi anche alle tematiche più difficili e articolate andando sempre di­rettamente al cuore dei problemi».

Scorrendo le sue oltre trecento pagine i lettori comuni avranno modo di scoprire co­me la ricerca del Gesù storico sia un terreno di indagine tutt’altro che arido e privo di frutti apprezzabili e avranno modo di apprendere quali siano le sue acquisizioni più solide così come le sue do­mande irrisolte e le varie ipo­tesi di lavoro attorno a cui si affaticano oggi gli studiosi. Il volume è pensato e scritto con lo scopo di «rendere ac­cessibile ai lettori senza alcu­na formazione specifica un ramo della ricerca storica che ha delle impli­cazioni molto importanti sia per la fede di molti che, più in generale, per la compren­sione di una delle radici essenziali della no­stra cultura» (Nota introduttiva, v).

Testo agile e di grande chiarezza, il saggio di Virgili è diviso in tre parti: La ricerca sul Ge­sù storico, Fonti e contesto e II Gesù storico. L’ulti­ma parte analizza con l’occhio attento dello storico i diversi momenti della vita di Gesù, dalla nascita e giovinezza alle apparizioni del Risorto, concludendo con una riflessio­ne sul passaggio dal Gesù della storia al Cri­sto della fede. Si notano l’interessante para­grafo sulla giovinezza di Gesù (pagine 167- 172) che, analizzando le scarsissime fonti sul Gesù adolescente, cerca di ricostruire anche il grado di alfabetizzazione di Gesù, come anche la mini ricerca sulla figura del Battista (pagine 173-177) e del suo legame con Gesù.

Il lettore così apprenderà che, se anche gli studiosi discutono sulla storicità di molti dettagli che i vangeli ci forniscono attorno alla vicenda umana di Gesù, dall’altra ne confermano in buona parte i tratti principa­li. Un libro di cui c’era davvero un gran bi­sogno in Italia e che potrà costituire per molti la porta di accesso a un ambito di ri­cerca che genera forse ancora timori e per­plessità tra i credenti che hanno tutto da guadagnare, sia in ambito intellettuale sia spirituale, da una conoscenza più precisa del suo metodo e del suo attuale status quaestionis.

© Osservatore Romano - 12-13 agosto 2022


Il testo è disponibile qui:

https://www.phronesis.it/prodotto/sulle-tracce-del-nazareno-introduzione-al-gesu-storico/

https://www.amazon.it/Sulle-tracce-del-Nazareno-Introduzione/dp/8897328237


dello stesso autore
Adriano Virigili
https://www.phronesis.it/tag-prodotto/adriano-virgili/


-> VD anche

Adriano Virgili presenta il suo “La risurrezione di Gesú. Un’indagine”

La resurrezione di Gesù. Un’indagine. #clubcultura

Famiglia e persona con disabilità: il prof interroga Paolo Cilia






Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list di cristiano cattolico. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio. Vedi pagina per la privacy per i dettagli.
Per cancellarsi usare la stessa mail usata al momento dell'iscrizione.