Rassegna stampa formazione e catechesi

I tre grandi silenzi

Beata Vergine Maria Addolorata“Sto in silenzio, non apro bocca,
perché sei tu che agisci” (Sl. 39,10)

Il silenzio della creazione. Il Silenzio gravido all’annunciazione. Il silenzio del sabato santo che compie ed include il silenzio di Abramo e di ogni Abramo futuro.

Questi i silenzi che preludono alla Creazione. Al paradigma della creazione, con l’Incarnazione. Che aprono alla gioia della redenzione nel Risorto, nel Vivente.

E in questi tre silenzi è presente Maria.

Nel primo silenzio come “scelta” creaturale desiderata ed amata da Dio guardando all’esemplare, Cristo Gesù, in vista del quale furono amate e fatte tutte le cose (Ef. 1,3ss)

Nel secondo come collaboratrice attiva all’Incarnazione, perno dell’essere figli nel Figlio. Esemplare di come si diventi servi del Signore nel Sì.

Nella terza come corredentrice del Redentore per puro dono dell’Altissimo portando al vertice lo sperare oltre ogni Speranza di Abramo, rendendo Maria la Speranza stessa perché il Redentore potesse scendere agli inferi e risalire Vittorioso e sfolgorante, Vivificante. In figura della Chiesa e a nome della Chiesa. In tal senso fu Lei il primo Pietro.

Ecco, vedi quanto è importante il Silenzio e quanto è importante viverlo con Maria?