Rassegna stampa formazione e catechesi

I Protomartiri della Custodia di Terra Santa

Frati missionariP. Pietro Messa, ofm

Il Martirologio Romano il 14 novembre tra altri santi ricorda: «A Gerusalemme, santi Nicola Tavelić, Deodato Aribert, Stefano da Cuneo e Pietro da Narbonne, sacerdoti dell’ordine dei Minori e martiri, che furono arsi nel fuoco per aver predicato coraggiosamente nella pubblica piazza la religione cristiana davanti ai Saraceni, professando con fermezza Cristo Figlio di Dio».

La vicenda di questi primi martiri della Custodia della Terra Santa è descritta dal "Racconto del martirio dei santi Nicola e compagni nella narrazione di un contemporaneo": il giorno di san Martino, ossia l’11 novembre, del 1391 a Gerusalemme si presentarono in pubblico con scritte in arabo incitanti a credere al Vangelo e farsi battezzare. Condotti dal Cadì mostrarono i rotoli e li lessero di fronte a lui; invitati a ritrattare tali parole considerate offensive e a divenire saraceni i frati Nicola e compagni dissero di essere pronti a morire per la fede cristiana. Davanti alla loro ostinazione il Cadì li condannò a morte; dopo vari supplizi fu data loro un’ultima opportunità di evitare la morte diventando mussulmani. Ma essi in modo perentorio risposero: «Noi questo vogliamo e vi predichiamo, che vi convertiate alla fede di Cristo e vi facciate battezzare». Al che vennero uccisi e i loro resti mortali dispersi.

Paolo VI nel 1970, a meno di cinque anni dalla conclusione del concilio Vaticano II, procedette alla canonizzazione, ossia riconoscimento canonico della loro santità.

pdfFiamme-a-Gerusalemme-1970.pdf

Circa i Protomartiri della Custodia di Terra Santa cfr. A. Ghinato, Fiamme a Gerusalemme. Vita e Martirio di s. Nicolò Tavelić e Compagni Francescani della Custodia di Terra Santa, Roma 1970. 

Circa l'omelia di san Paolo VI cfr. https://www.ilcattolico.it/rassegna-stampa-cattolica/formazione-e-catechesi/e-vero-martirio-la-risposta-di-paolo-vi.html




Venerdì della XIV settimana delle ferie del Tempo Ordinario

SS. Rufina e Seconda, martiri di Roma  († sec. III)

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list di cristiano cattolico. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio. Vedi pagina per la privacy per i dettagli.
Per cancellarsi usare la stessa mail usata al momento dell'iscrizione.