Rassegna stampa formazione e catechesi

Catholic Redirect News: Da domenica prossima cambia il messale: la nuova traduzione del Padre Nostro e le inutili polemiche

Nel 2008 viene pubblicata a cura della Conferenza Episcopale Italiana la nuova traduzione della Sacra Scrittura che viene oggi utilizzata nel lezionario liturgico. Già al suo apparire questa traduzione suscitò un notevole dibattito tra gli addetti ai lavori e i fedeli, spinti da alcuni gruppi, a rifiutare per esempio la nuova traduzione del Padre nostro secondo Matteo che verrà utilizzata nella liturgia e non solo nella preghiera privata.[1] Dico subito che molte discussioni sono immotivate e, spesso, emerge quello spirito anti-romano e anti-conciliare di alcuni gruppi, fuori e dentro la Chiesa: fino al punto di far credere, come in altri casi, che pregare con la nuova traduzione sia sbagliato perché non corrispondente al senso della preghiera consegnata da Gesù. Sarebbe lungo e non nelle mie possibilità ritracciare il conflitto delle interpretazioni ma voglio suggerire ai miei lettori come faccio con i miei fedeli alcuni spunti di riflessione per aiutare le persone a credere quello che crede la Chiesa e a comprendere la Scrittura nella sua pienezza.
Leggi su
www.prospettive.eu


Conversione di San Paolo, apostolo, festa

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list di cristiano cattolico. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio. Vedi pagina per la privacy per i dettagli.
Per cancellarsi usare la stessa mail usata al momento dell'iscrizione.