Rassegna stampa etica

Tema del Messaggio del Santo Padre Francesco per la 55.ma Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali

creazione piccolaQuesto il tema che il Santo Padre Francesco ha scelto per la 55a Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, che si celebra nel 2021:

Italiano

“Vieni e vedi” (Gv 1,46). Comunicare incontrando le persone come e dove sono

“Vieni e vedi”. Queste parole dell’apostolo Filippo sono centrali nel Vangelo: l’annuncio cristiano prima che diparole, è fatto di sguardi, testimonianze, esperienze, incontri, vicinanza. In una parola, vita. Proprio quelle parole, citate nel Vangelo di Giovanni (1, 43-46) sono state scelte da Papa Francesco come tema del 55° Messaggio per la Giornata delle Comunicazioni Sociali, che si celebrerà nelmaggio 2021. “Comunicare incontrando le persone come e dove sono”, è il sottotitolo.

Questa la citazione evangelica: “Il giorno dopo Gesù aveva stabilito di partire per la Galilea; incontrò Filippo e gli disse: ‘Seguimi’. Filippo era di Betsàida, la città di Andrea e di Pietro. Filippo incontrò Natanaèle e gli disse: ‘Abbiamo trovato colui del quale hanno scritto Mosè nella Legge e i Profeti, Gesù, figlio di Giuseppe di Nazaret’. Natanaèle esclamò: ‘Da Nazaret può mai venire qualcosa di buono?’. Filippo gli rispose: ‘Vieni e vedi’”.

Nel cambio epocale che stiamo vivendo, in un tempo che ci obbliga alla distanza sociale a causa della pandemia, la comunicazione può rendere possibile la vicinanza necessaria per riconoscere ciò che è essenziale e comprendere davvero il senso delle cose.

Non conosciamo la verità se non ne facciamo esperienza, se non incontriamo le persone, se non partecipiamo delle loro gioie e dei loro dolori. Il vecchio detto “Dio ti incontra dove sei” può essere una guida per coloro che sono impegnati nel lavoro dei media o delle comunicazioni nella Chiesa. Nella chiamata dei primi discepoli, con Gesù che va a incontrarli e li invita a seguirlo, vediamo anche l’invito ad utilizzare tutti i media, in tutte le loro forme, per raggiungere le personecome sono e là dove vivono.

Spagnolo

"Ven y lo verás" (Jn 1:46) Comunicar encontrando a las personas como y donde están.

"Ven y lo verás". Estas palabras del apóstol Felipe son centrales en el Evangelio: el anuncio cristiano antes que de palabras, está hecho de miradas, testimonios, experiencias, encuentros, cercanía. En una palabra, de vida. Precisamente esas palabras, citadas en el Evangelio de Juan (1:43-46), han sido elegidas por el Papa Francisco como tema del 55º Mensaje para la Jornada Mundial de las Comunicaciones Sociales, que se celebrará en mayo de 2021. "Comunicar encontrando a las personas como y donde están", es el subtítulo.

Esta es la cita del Evangelio: "Al día siguiente, Jesús quiso partir para Galilea. Se encuentra con Felipe y le dice: «Sígueme.» Felipe era de Bestsaida, de la ciudad de Andrés y Pedro. Felipe se encuentra con Natanael y le dice: «Ese del que escribió Moisés en la Ley, y también los profetas, lo hemos encontrado: Jesús el hijo de José, el de Nazaret.» Le respondió Natanael: «¿De Nazaret puede haber cosa buena?» Le dice Felipe: «Ven y lo verás.»

En el transcurso histórico que estamos viviendo, en un tiempo que nos obliga a la distancia social a causa de la pandemia, la comunicación puede hacer posible la cercanía necesaria para reconocer lo esencial y comprender verdaderamente el significado de las cosas.

No conocemos la verdad si no la experimentamos, si no encontramos a las personas, si no participamos en sus alegrías y en sus penas. El viejo dicho "Dios te encuentra donde estás" puede ser una guía para los que trabajan en los medios de información o en la comunicación en la Iglesia. En la llamada de los primeros discípulos, con Jesús que sale a su encuentro y los invita a seguirle, vemos también la invitación a utilizar todos los medios de comunicación, en todas sus formas, para llegar a las personas como son y donde viven.

Inglese

“Come and see” (Jn 1,46). Communicating, encountering people as and where they are

“Come and see”. These words of the apostle Philip are central to the Gospel. The Christian proclamation, before words, is made up of looks, testimonies, experiences, encounters, closeness. In a word, life. These very words, from the Gospel of John (1, 43-46) were chosen by Pope Francis as the theme of the 55th Message for the Day of Social Communications, which will be held in May 2021. “Communicating, encountering people as and where they are”, is the subtitle.

This is the Gospel passage: “The next day, after Jesus had decided to leave for Galilee, He met Philip and said, ‘Follow me’. Philip came from the same town, Bethsaida, as Andrew and Peter. Philip found Nathanael and said to him, ‘We have found Him of whom Moses in the Law and the prophets wrote, Jesus son of Joseph, from Nazareth’. Nathanael said to him, ‘From Nazareth? Can anything good come from that place?’ Philip replied, ‘Come and see’”.

In the epochal change we are experiencing, in a time that obliges us to social distance due to the pandemic, communication can make possible the closeness that is necessary to recognize what is essential, and to understand truly the meaning of things.

We do not know the truth if we do not experience it, if we do not meet people, if we do not participate in their joys and sorrows. The old saying “God meets you where you are” can be a guide for those engaged in media or communications work in the Church. In the call of the first disciples, with Jesus who went to encounter them and to invite them to follow Him, we also see the invitation to use all media, in all their forms, to reach people as they are and where they live.

© http://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino.html - 29 settembre 2020


Santi Simone e Giuda, apostoli, festa

SS. Simone e Giuda, apostoli e martiri (festa)

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list di cristiano cattolico. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio. Vedi pagina per la privacy per i dettagli.
Per cancellarsi usare la stessa mail usata al momento dell'iscrizione.