Rassegna stampa etica

PAPA FRANCESCO: «IL CARD. CAFFARRA HA AMATO IMMENSAMENTE LA #CHIESA»

locandina trasmissione RGA Dottrina sociale della Chiesa su Card. Caffarra 5 nov. 18
Nella trasmissione di lunedì prossimo su RGA - Radio Giovani Arcobaleno​ sarà presentato il vero volto del card. Carlo Caffarra (1938-2017), sintetizzato nella citazione del titolo che è tratta dal telegramma di cordoglio che il Pontefice ha inviato dopo la morte del prelato, avvenuta improvvisamente nella mattina del 6 settembre 2017

Giusto tre anni fa, il 27 ottobre del 2015, Papa Francesco accettava la rinuncia al governo pastorale dell'arcidiocesi di Bologna del card. Carlo Caffarra (1938-2017). A un anno dalla morte del cardinale italiano che più di ogni altro ha contribuito al recente Magistero pontificio nel campo della teologia morale, della famiglia e della difesa della vita umana innocente, la prossima puntata di “Dottrina sociale della Chiesa... per giovani”, in onda su Radio Giovani Arcobaleno lunedì 5 novembre (ore 14), sarà proprio dedicata a lui. “Famiglia e vita nell’insegnamento del card. Carlo Caffarra (1938-2017)”, questo il titolo della trasmissione condotta da Giuseppe Brienza, che metterà in luce i principali contenuti morali e sociali del cardinale che ha guidato la Chiesa di Bologna per quasi dodici anni (2003-2015). Per ascoltare la trasmissione in streaming ci si può collegare al sito www.radiogiovaniarcobaleno.it.

***

«Se Gesù non fosse risorto; se fosse putrefatto in una tomba, Egli non sarebbe il nostro salvatore. Sarebbe solo un maestro di vita di cui cerchiamo di ricordare gli insegnamenti. Non sarebbe di aiuto, e noi saremmo di nuovo orfani, soli. Il nemico della nostra felicità è la morte, perché alla fine essa “pareggia tutte le erbe del prato”» (Card. Carlo Caffarra, Omelia nella solennità dell'Assunzione di Maria SS. in cielo, Bologna 15 agosto 2014).


Share this post

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list di cristiano cattolico. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio. Vedi pagina per la privacy per i dettagli.
Per cancellarsi usare la stessa mail usata al momento dell'iscrizione.