L'ultima strana fissa: la Chiesa «grande evasore»

La disputa sui «privilegi» (continuiamo pure a chiamarli così, per ora) di cui godrebbe la Chiesa cattolica italiana ha radici lontane, anzi remote: da quando cioè la cosiddetta manomorta - ovvero il patrimonio di beni soprattutto immobili accumulati attraverso le donazioni - entrò nel mirino del potere temporale. Continua su Avvenire