«Parole e immagini» al servizio dei valori

Da Avvenire -  «I media non sono soltanto mezzi per la diffusione delle idee, ma possono e devono essere anche strumenti al servizio di un mondo più giusto e solidale», scrive Benedetto XVI nel messaggio per la Giornata mondiale delle comunicazioni sociali 2008 (4 maggio). Un messaggio che ben si concilia con il richiamo ad «aprire il nostro cuore all’immagine vera e alla parola vera» che il Papa ha lanciato ieri ai preti di Roma, ricordando il «bombardamento» di immagini in cui oggi siamo immersi. Rileggendo in controluce i due discorsi vi si scorge un invito a rimettere i mezzi di comunicazione al servizio dei valori e dare forma a una «info-etica». Si tratta però non solo di pensare un’etica dell’informazione, ma anche di rendere gli operatori della comunicazione veri portavoce dei valori. «La ricerca e la presentazione della verità sull’uomo – sottolinea Ratzinger nel messaggio per il 4 maggio – costituiscono la vocazione più alta della comunicazione sociale».