anima gemelladi MAURIZIO GRONCHI

A un anno e mezzo dalla riforma dei processi di nullità matrimoniale promulgata dal Papa esce in Italia un libro di Manuel Jesús Arroba Conde e Claudia Izzi ( Pastorale giudiziaria e prassi processuale nelle cause di nullità del matrimonio. Dopo la riforma operata con il Motu proprio Mitis Iudex Dominus Iesus , Cinisello Balsamo, San Paolo, 2017, pagine 320, euro 35).
Rispettivamente preside e vicepreside delle facoltà di diritto canonico e di diritto civile dell’Institutum utriusque iuris della Lateranense, gli autori hanno scritto un’opera molto utile e opportuna. In effetti, specialmente nella prima parte si percepisce il tentativo di far conoscere ai meno informati del diritto canonico i principali criteri seguiti in una riforma che, come si evince da citazioni e rimandi a loro precedenti scritti, gli autori attendevano da tempo, quando chiedevano maggiori orientamenti per i fedeli nella fase di preparazione della causa (p. 36), una più decisa considerazione del valore probatorio delle dichiarazioni delle parti (pp. 20 e 112), una procedura analoga alla documentale per casi in cui ci sia prima del processo un simile grado di certezza (p. 139), la soppressione dell’obbligo di ottenere due sentenze conformi (pp. 62 e 65). Si comprende quindi che, una volta arrivata la riforma, essi si siano proposti di diffonderla con la convinzione che, per una sua efficace messa in atto, sia necessario coinvolgere altri responsabili della pastorale ordinaria, chiamati dai recenti sinodi e dall’esortazione Amoris laetitia a ripartire dalla famiglia nell’annuncio del Vangelo, accompagnando le situazioni di fragilità, non escludendo dal necessario discernimento personalizzato quello specifico (e specializzato) che si compie nella revisione giudiziale della propria esperienza coniugale (cfr. Am o r i s laetitia , 244). A chi opera in ambito pastorale sarà utilissima questa presentazione di norme che vengono proposte con il presupposto secondo il quale il diritto canonico è uno strumento per facilitare la vita cristiana, non per renderla più ardua (p. 24). Tale facilitazione non discende dall’oblio delle norme, ma al contrario da una loro retta e integrale comprensione alla luce di quella che gli autori, ligi all’orientamento degli studi canonici proposti alla Lateranense, ritengono l’unica immutabile: la norma missionis (p. 49). La natura fondante del mandato di evangelizzare fa del diritto canonico uno strumento volto ad agevolare la centralità del bene delle persone alla luce liberatrice del Vangelo, la coerenza che identifica alla comunità e l’efficacia nel realizzare la missione. Al contempo, poiché quando si evangelizza si è anche evangelizzati, nel compito di amministrare giustizia l’efficacia missionaria richiede che il processo sia rispettoso dei normali parametri di un “giusto processo”, così come considerato nella maggior parte di ordinamenti (p. 53), e di cui fanno parte i valori dell’accessibilità e della ragionevole durata. Lo svolgimento del processo secondo le tre vie ora possibili (ordinaria, breve e documentale) è l’oggetto della seconda parte, nella quale gli autori compiono un’analisi di natura tecnica, ma non per questo del tutto preclusa a quanti non sono addetti ai lavori giuridici. Gli autori infatti non si sono risparmiati dallo sforzo di presentare, per ciascuna delle fasi dei vari processi, una sintesi iniziale comprensibile, nonché i concreti risvolti di natura pastorale, insieme ad alcuni esempi di atti processuali, con chiaro intento pedagogico. Nella terza parte, infine, viene proposto il significato dei motivi di nullità più frequentemente addotti nella prassi dei tribunali. Anche in questo caso gli autori hanno scelto per farlo un metodo che avvicina l’aspetto giuridico ad altre figure che operano in ambito pastorale, in quanto propongono il rinnovamento del diritto matrimoniale operato nel concilio Vaticano II attraverso sentenze scritte come ponente da Arroba Conde e pronunciate nel tribunale di prima istanza del vicariato di Roma.

© Osservatore Romano - 15 giugno 2017

Share this post

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn


"L'articolo e le immagini sono state prese dal web al solo scopo di condividere il buono ed il bello, per il Vangelo, su questo sito, senza scopo di lucro. Nel caso di violazione del copyright, siate gentili, cortesemente, contattateci ed il materiale sara' subito rimosso. Grazie."

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list di cristiano cattolico. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio.
Per cancellarsi usare la stessa mail usata al momento dell'iscrizione.