Rassegna stampa etica

Comunicato dei vescovi francesi dopo le rivelazioni su Jean Vanier

jean 2I vescovi francesi hanno appreso con «sconcerto e dolore» ciò che l’inchiesta avviata da L’Arche internazionale ha rivelato oggi riguardo «il comportamento di Jean Vanier nei confronti di diverse donne nel corso degli anni», comportamento che «mescolava ascendenza spirituale e abuso sessuale, conseguenza del rapporto spirituale che Jean Vanier ha avuto con il padre domenicano Thomas Philippe e dell’influenza delle dottrine perverse di quest’ultimo». In un comunicato diffuso oggi, il Consiglio permanente della Conferenza episcopale francese ringrazia le donne che «hanno avuto il coraggio interiore di parlare di ciò che esse hanno subito», assicura «compassione» nei loro confronti ed esprime la propria «determinazione ad agire affinché sia fatta luce» sul caso.
Nel testo — che porta la firma, tra gli altri, dell’arcivescovo presidente Éric de Moulins-Beaufort — si ribadisce «fiducia alle comunità de L’Arche dove persone con disabilità e assistenti vivono relazioni autentiche di mutuo rispetto e aiuto» e inoltre «stima» ai responsabili dell’organizzazione che «hanno preso in seria considerazione le testimonianze ricevute» e che «hanno saputo adottare gli strumenti necessari affinché potesse essere condotta un’indagine indipendente e approfondita». I presuli francesi li ringraziano «per essere stati informati dei risultati dell’inchiesta».
Il Consiglio permanente precisa che, al momento, «niente indica che delle persone con disabilità siano state vittime di atti inappropriati da parte di Jean Vanier», e incoraggia «il lavoro di valutazione delle procedure di prevenzione degli abusi e di protezione delle persone, vulnerabili e non, svolto attualmente da L’Arche internazionale». Parteciperà inoltre, assieme ad altri organismi ecclesiali francesi, alla necessaria ricerca di chiarimento riguardo la figura di padre Thomas Philippe.

© Osservatore Romano - 23 febbraio 2020


Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list di cristiano cattolico. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio. Vedi pagina per la privacy per i dettagli.
Per cancellarsi usare la stessa mail usata al momento dell'iscrizione.