Lista rassegna stampa mondo

Una nave chiesa per gli ortodossi in Siberia

NOVOSIBIRSK, 11. È un viaggio missionario unico quello che sta per compiersi in Siberia: trenta sacerdoti ortodossi si ritroveranno a bordo di una nave chiesa che visiterà le aree remote di questa grande regione della Russia, zone che necessitano di sostegno spirituale e materiale.
La nave, che ospita una piccola chiesa dedicata al santo apostolo Andrea, salperà presto da Novosibirsk, capoluogo del Distretto federale siberiano, e raggiungerà durante il viaggio un totale di quarantasette località scarsamente popolate. L’iniziativa — resa nota dal sito in rete Orthodoxie.com — è promossa congiuntamente dalle autorità regionali e dalla diocesi metropolitana di Novosibirsk. L’idea è nata nel 1996 (quando è partita la prima spedizione) e, in ventidue anni, secondo i dati delle autorità, oltre centomila persone sarebbero state raggiunte dai sacerdoti ortodossi e hanno potuto ricevere anche cure mediche. «Lo scopo principale del nostro viaggio», si legge in un comunicato degli organizzatori, «è quello di fornire sostegno spirituale e materiale alle persone che si trovano in zone isolate della regione di Novosibirsk. Tutti coloro che lo desiderano possono ricevere il battesimo, i santi sacramenti della comunione e della confessione, parlare individualmente con un prete, invitare un sacerdote a casa propria, ricevere l’acqua benedetta e ottenere letteratura spirituale». Sarà a bordo anche personale specializzato per assistere i residenti locali che hanno bisogno di cure mediche.

© Osservatore Romano - 12 agosto 2018


Share this post

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list di cristiano cattolico. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio. Vedi pagina per la privacy per i dettagli.
Per cancellarsi usare la stessa mail usata al momento dell'iscrizione.