“Possano l’amore misericordioso e la solidarietà umana consolare i cuori delle persone nella disperazione e possa la giustizia lavorare affinché non si ripeta più una tragedia così terribile”. E’ quanto esprime mons. Paolo Pezzi, arcivescovo di Mosca e Presidente della Conferenza dei Vescovi Cattolici della Russia in un messaggio di cordoglio fatto arrivare a Makhonin Dmitry Nikolaevich, governatore del territorio di Perm dove ieri mattina un ragazzo di 18 anni è entrato all’Università statale e ha cominciato a sparare. Secondo le informazioni aggiornate e riportate dall’agenzia Tass, sei persone sono morte mentre 24 persone ferite stanno ricevendo cure. L’autore della strage a Perm, dato per morto in un primo momento, è invece ricoverato in ospedale ed è vivo.

Leggi su Agenzia Sir