Lista rassegna stampa mondo

Per il Venezuela diplomazia in movimento

Il segretario di stato degli Stati Uniti, Michael R. Pompeo, comincerà giovedì una visita in quattro paesi dell’America meridionale (Cile, Paraguay, Perú e Colombia) per esaminare con i governi locali gli ultimi sviluppi della situazione in Venezuela. In un comunicato diffuso da Washington si sottolinea che Pompeo intraprende il viaggio, che si concluderà il 15 aprile, «per rafforzare la cooperazione statunitense con l’emisfero occidentale».

Attraverso di esso, si dice poi, «sarà possibile esaltare e rafforzare gli impegni condivisi per la democrazia e i diritti umani, sottolineare accresciute opportunità per la prosperità e la sicurezza per i nostri cittadini, e raccogliere sostegno per la democrazia in Venezuela».
In Cile, Paraguay e Perú, Pompeo incontrerà i presidenti Sebastián Piñera, Mario Abdo Benítez e Martín Vizcarra, mentre in Colombia è prevista solo una breve sosta a Cúcuta, alla frontiera con il Venezuela, per incontrare responsabili di associazioni che sostengono i rifugiati venezuelani.
Intanto, sempre sul fronte diplomatico, ieri il Messico ha comunicato di essere disponibile ad aiutare il dialogo per una soluzione pacifica in Venezuela «se lo chiedono le due parti in conflitto». Nel corso di una conferenza stampa, il presidente degli Stati Uniti messicani, Andrés Manuel López Obrador, ha ricordato la proposta avanzata assieme a Uruguay e alle nazioni caraibiche del Meccanismo di Montevideo per accompagnare il dialogo. «Il Messico mantiene la porta aperta per la ricerca di una via pacifica in Venezuela», ha detto, sottolineando che ciò «è parte della sua tradizione in politica estera». Ma «abbiamo bisogno dell’assenso delle due parti, e specificatamente quello dell’opposizione». Sabato scorso era stato il presidente venezuelano Nicolás Maduro a chiedere il rilancio del Meccanismo di Montevideo, assicurando la sua disponibilità ad aderirvi.
Caracas comunque non trascura i suoi rapporti oltreoceano. La compagnia aerea iraniana Mahan Air ha inaugurato ieri il primo volo diretto Teheran-Caracas. Sul volo, il direttore del dipartimento delle Americhe del ministero degli esteri iraniano, Mohsen Baharvand, accompagnato da una delegazione. Il volo è coinciso con la visita del ministro degli esteri venezuelano Jorge Arreaza a Teheran, dove ha incontrato l’omologo Mohammad Javad Zarif. «L’alleanza tra Venezuela e Iran — ha scritto su Twitter Arreaza — è più solida ogni giorno: insieme abbiamo revisionato progetti, nuove aree di cooperazione e visioni geopolitiche condivise».
L’incontro si è concentrato sulla costruzione di legami bilaterali, ma anche sul modo migliore per affrontare le sanzioni economiche imposte dagli Stati Uniti.


© Osservatore Romano - 10 aprile 2019

 

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list di cristiano cattolico. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio. Vedi pagina per la privacy per i dettagli.
Per cancellarsi usare la stessa mail usata al momento dell'iscrizione.