Lista rassegna stampa mondo

Le cifre dell’Organizzazione internazionale per le migrazioni. Oltre cinquecento morti nel Mediterraneo nel 2019

mediterraneoOltre cinquecento migranti e rifugiati hanno perso la vita nel Mediterraneo dall’inizio dell’anno nel tragico tentativo di raggiungere l’Europa.
Lo denuncia l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim). In particolare, i decessi registrati sulle tre principali rotte del Mediterraneo nei primi 142 giorni del 2019 sono saliti a 512, in calo rispetto ai 638 morti confermati nello stesso periodo nel 2018, ma pari ad oltre la metà dei quasi 1000 decessi di migranti che si sono registrati nel 2019 a livello mondiale. 
Tuttavia l’Oim ribadisce che si tratta di stime al ribasso, precisando che «il numero effettivo di persone che hanno perso la vita in mare è probabilmente molto più alto» considerando le difficoltà di raccogliere informazioni. Il 2019 è il sesto anno consecutivo in cui l’Oim tenta di registrare il numero di morti sulle rotte migratorie in tutto il mondo tramite il suo progetto Missing Migrants Project. Dal 2014 si sono accertati 31.947 decessi.
Parallelamente dall’inizio del 2019 — riferisce sempre la nota pubblicata ieri a Ginevra dall’agenzia dell’Onu — 19.830 migranti e rifugiati sono entrati in Europa via mare, circa il 30 per cento in meno rispetto ai 28.325 arrivati nello stesso periodo dell’anno scorso. Gli arrivi in Spagna (7666) e in Grecia (9430) rappresentano l’86 per cento di tutti gli arrivi in Europa via mare. Al 22 maggio scorso in Italia erano stati registrati 1361 arrivi, a Malta 393 e a Cipro 980. In particolare, a maggio gli sbarchi in Italia sono triplicati: 700 persone in tre settimane, mentre ieri a Lampedusa è arrivata un’imbarcazione con 58 persone a bordo, avvistata quando era in prossimità dell’isola.

© Osservatore Romano - 26 maggio 2019


Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list di cristiano cattolico. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio. Vedi pagina per la privacy per i dettagli.
Per cancellarsi usare la stessa mail usata al momento dell'iscrizione.