Lista rassegna stampa mondo

Muore giovane cristiana arsa viva

asma yaqoobAveva rifiutato di convertirsi all’islam prima di sposarsi

ISLAMABAD, 24. Asima Yaqoob, la giovane cristiana arsa viva in Pakistan dal fidanzato per essersi rifiutata di convertirsi all’islam prima di sposarlo, è morta ieri sera dopo atroci sofferenze nell’ospedale Mayo di Lahore, in Punjab.
Il decesso, hanno indicato fonti sanitarie, è avvenuto per la gravità delle ustioni riportate su oltre l’80 per cento del corpo. Asima aveva solo 24 anni. Il responsabile del gesto, Rizwan Juggar, ha confessato ed è stato arrestato. Il padre di Asima, Masih Yaqoob, ha raccontato alla polizia che Juggar ha aspettato la ragazza mentre tornava dal suo lavoro di domestica in una strada di Sialkot, la loro città. Di fronte all’ennesimo rifiuto di cambiare religione in vista delle nozze, le ha cosparso il corpo di cherosene appiccandovi il fuoco. L’uomo è poi fuggito e quando è stato catturato dagli agenti si è giustificato affermando che non voleva ucciderla, «ma solo spaventarla». «Stava cercando di costringere la ragazza a sposarlo — ha concluso il genitore — ma lei ha rifiutato la sua proposta perché non voleva convertirsi all’islam».

© Osservatore Romano - 24-25 aprile 2018


Share this post

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list di cristiano cattolico. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio. Vedi pagina per la privacy per i dettagli.
Per cancellarsi usare la stessa mail usata al momento dell'iscrizione.