Giovanni FranzoniÈ morto il 13 luglio a Canneto, in provincia di Rieti, Giovanni Franzoni. Nato l’8 novembre 1928 a Varna, in Bulgaria, si era formato negli ambienti cattolici fiorentini ispirati e animati dall’opera di Giorgio La Pira e di don Lorenzo Milani. Compiuti gli studi presso il collegio Capranica e il Pontificio ateneo Sant’Anselmo, fu ordinato sacerdote nel 1955. Eletto nel 1964 abate di San Paolo fuori le mura, partecipò, in quanto tale, alle ultime due sessioni del concilio Vaticano II.
La sua interpretazio ne della dottrina sociale della Chiesa e le sue scelte politiche furono all’origine di una dolorosa vicenda all’interno della diocesi di Roma e della Chiesa in Italia che portò nel 1976 alla sua riduzione allo stato laicale. Lasciato l’ordine dei benedettini, proprio nei pressi dell’abbazia diede vita, in un edificio dismesso, alla comunità di San Paolo.

© Osservatore Romano - 15 luglio 2017

vd anche
https://www.avvenire.it/chiesa/pagine/morto-giovanni-franzoni-cattolico-del-dissenso

Share this post

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn


"L'articolo e le immagini sono state prese dal web al solo scopo di condividere il buono ed il bello, per il Vangelo, su questo sito, senza scopo di lucro. Nel caso di violazione del copyright, siate gentili, cortesemente, contattateci ed il materiale sara' subito rimosso. Grazie."