Lista rassegna stampa mondo

Delegazione cattolica in visita alla Chiesa ortodossa russa

ecumeneMOSCA, 25. Sono già in Russia i rappresentanti della Chiesa cattolica che partecipano al corso estivo di formazione organizzato per loro, dal 24 agosto al 2 settembre, dal patriarcato di Mosca.
A guidare la delegazione — riferisce un comunicato della Church post-graduate and doctoral school della Chiesa ortodossa russa — è il vescovo di Saint-Dié, Didier Berthet, presidente del Consiglio per l’unità dei cristiani e le relazioni con l’ebraismo della Conferenza episcopale francese, accompagnato da padre Hyacinthe Destivelle, assistente per la sezione orientale del Pontificio consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani. Con loro una quindicina fra giovani preti e studenti provenienti da Italia, Spagna, Francia, Repubblica Ceca e Romania. Il principale obiettivo è quello di approfondire la loro conoscenza del cristianesimo orto dosso. Questi incontri fra il clero ortodosso e cattolico, a Mosca come a Roma, hanno luogo da alcuni anni e si sono intensificati dopo lo storico colloquio fra il patriarca Cirillo e Papa Francesco avvenuto a Cuba il 12 febbraio 2016. Il tour porterà gli studenti europei, usciti da diverse università pontificie, a visitare istituzioni e luoghi dell’orto dossia, da Mosca a San Pietroburgo, per un’intera settimana. Il programma comprende la conoscenza del lavoro dei dipartimenti sinodali della Chiesa ortodossa russa e il pellegrinaggio ai luoghi santi e ai monumenti di Mosca. Visite culturali e religiose sono previste al monastero della Trinità di San Sergio, a Sergiev Posad, considerato il più importante centro spirituale ortodosso russo, a Veliky Novgorod e a San Pietroburgo. La delegazione cattolica incontrerà anche il patriarca di Mosca, Cirillo. «Queste visite — ha dichiarato padre Destivelle al sito in rete Cath.ch — hanno lo scopo di conoscersi meglio reciprocamente, in particolare di meglio conoscere la comunità ortodossa». Il patriarcato di Mosca precisa che al centro di queste giornate di studio c’è il tema «della protezione dei cristiani e della salvaguardia dei valori tradizionali». E aggiunge che questa “università d’estate” è finanziata dalla fondazione russa Russkyi Mir (mondo russo) e dalla fondazione americana Urbi et Orbi. La prima è stata creata, nel 2007, dal presidente della Federazione russa, Vladimir Putin, per promuovere il patrimonio nazionale, la seconda dal direttore della rivista «Inside the Vatican», Robert Moynihan. Con questa iniziativa, spiega quest’ultimo, si vogliono costruire «ponti di fiducia» tra oriente e occidente e «una società più libera e più giusta».

© Osservatore Romano - 26 agosto 2018


Share this post

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list di cristiano cattolico. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio. Vedi pagina per la privacy per i dettagli.
Per cancellarsi usare la stessa mail usata al momento dell'iscrizione.