Newsletter ilcattolico.it

contact
La nostra newsletter ti consente di ricevere settimanalmente i nostri principali rilanci stampa,
le catechesi e tutti i momenti formativi e le campagne del sito.

Iscriviti, ti aspettiamo, clicca il link qui sotto per accedere alla pagina.

Il Papa: «L’#eutanasia mai ammissibile»

Papa Francesco manda il proprio saluto al Meeting della World Medical Association sulle questioni del fine-vita, che termina oggi in Vaticano. Il testo è stato divorato e divulgato, dai media, come “il Papa contro l’accanimento terapeutico” (intendendo con ciò “il Papa per l’eutanasia”). In realtà il Santo Padre ha usato parole adamantine per riaffermare la dottrina cattolica tradizionale e negare ogni liceità alla pratica dell’uccisione del malato.

 

Pensiero alla morte


Venerdì, 17 novembre 2017
 
Siamo grati al Santo Padre per aver ribadito i cardini della dottrina cattolica sul tema etico del cosiddetto ‘fine vita’. Ogni accanimento terapeutico, oltre che essere un errore dal punto di vista medico, è un atteggiamento inaccettabile, che travalica il valore ed il significato dell’alleanza di cura, medico-paziente. Lo stesso articolo 32 della nostra Costituzione sancisce la necessità del consenso informato – libero ed attuale – da parte del paziente per qualsivoglia terapia gli venga proposta.
 
Nella mattinata di oggi, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza, nel Palazzo Apostolico Vaticano, il Presidente della Repubblica d’Austria, S.E. il Sig. Alexander Van der Bellen, il quale si è successivamente incontrato con Sua Eminenza il Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato, accompagnato da Sua Eccellenza Mons. Paul Richard Gallagher, Segretario per i Rapporti con gli Stati.
 
La notizia non l’ho letta sui “grandi” giornali forse perché a questi è sembrata una barzelletta e, quindi, non hanno voluto abbassarsi a simili sciocchezze; tuttavia essa è circolata ugualmente e si è capito che, col pretesto della “laicità” etc. etc., in realtà per timore reverenziale dell’Islam – la religione ormai più praticata “oltre-Manica” –, in Inghilterra pensano di mettersi al sicuro cancellando perfino il Nome del Fondatore del Cristianesimo.
 

Disponibile all’azione della grazia

di ANTONELLA LUMINI

Entrare nell’esperienza viva, densa di fatiche, sofferenze, dubbi, aiuta a comprendere come la vita dei santi sia profondamente umana e che pertanto non può essere idealizzata esaltandone solo i lati spirituali, soprannaturali, completamente avulsi dall’esperienza sensibile ed esistenziale. Lo scopo per cui padre Germano Ruoppolo della Congregazione dei passionisti, e direttore spirituale di santa Gemma Galgani, invitò la stessa, anzi quasi le impose, di scrivere «la confessione generale di tutta la vita», era infatti proprio quello di poter conoscere a fondo «il lavoro della Grazia Divina in quest’anima», anche al fine di redigerne poi una Biografia, come di fatto fece pubblicandola nel 1907. La santa era molto riluttante a esternare i segreti della sua esperienza interiore e accettò solo per obbedienza.
 

In questi momenti di desolante mediocrità episcopale e di altrettanta desolante inadeguatezza, il Vescovo di Noto, S.E. Mons. Antonio Staglianò, ha reso onore alla Chiesa italiana ed al Collegio Episcopale con una lectio magistralis di elevato spessore storico, teologico ed ecclesiologico, presso il convegno promosso dal Grande Oriente d’Italia «Chiesa e Massoneria, così vicini e così lontani?»

continua su Isola di Patmos
 
Domenica prossima, 19 novembre, si celebrerà la I Giornata Mondiale dei Poveri. Una Giornata voluta fortemente da Papa Francesco a conclusione del Giubileo della Misericordia, affinché tutta la comunità cristiana fosse chiamata a tendere la propria mano ai poveri, ai deboli, agli uomini e alle donne cui viene calpestata la dignità.
 

Riceviamo e rilanciamo

Il Coordinatore Nazionale, Nicola Di Matteo, ti invita a cliccare il link sottostante e compilare il modulo in ogni sua parte e a diffonderlo, contribuendo così a rendere indimenticabile l'evento che darà il via alla campagna elettorale #Politiche2018

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSfW5lgSk3VmHWlpIH0sXshgSqfEiTQL7aghPSEQEZXouMCukg/viewform

Grazie per la collaborazione

Insieme scriviamo  la Storia dell'Italia
IL POPOLO DELLA FAMIGLIA
Unica, attuale, vera alternativa alle prossime #ElezioniPolitiche #2018 !
 

A pranzo con il Papa

Oltre quattromila tra bisognosi, persone meno abbienti e poveri parteciperanno domenica 19 novembre in Vaticano alla messa del Pontefice e poi in millecinquecento pranzeranno con lui nella prima giornata mondiale a loro dedicata. All’iniziativa — fortemente voluta da Papa Francesco a conclusione del giubileo della misericordia, affinché tutta la comunità cristiana sia chiamata a tendere la propria mano ai poveri, ai deboli, agli uomini e alle donne cui viene calpestata la dignità — parteciperà anche il personale delle associazioni di volontariato provenienti non solo da Roma e dal Lazio, ma anche da diverse diocesi del mondo: Parigi, Lione, Nantes, Angers, Beauvais, Varsavia, Cracovia, Solsona, Malines-Bruxelles e Lussemburgo.
 

Quelli che scandalizzano


Lunedì, 13 novembre 2017
 

Cantieri di dialogo

di MICHEL FÉDOU

Oltre la questione della giustificazione, il dialogo tra cattolici e luterani ha consentito di progredire su altri temi rilevanti. Si può anzitutto menzionare la comprensione del rapporto con la Scrittura. Su questo punto esisteva tradizionalmente una divergenza di fondo: i protestanti insistevano sull’autorità sovrana della Scrittura ( sola Scriptura ); i cattolici, pur riconoscendone l’importanza, sottolineavano anche l’importanza della Tradizione (e lasciavano talora persino intendere la presenza di due fonti della rivelazione, la Scrittura e la Tradizione; tale posizione però non rifletteva la posizione più sfumata del concilio di Trento).
 

L’avventura d’un povero francescano

di PAOLO VIAN

«Il sottoscritto, il quale già da sei anni viaggia e lavora coi suoi compagni (...) nelle tante biblioteche d’Europa, che possiedono codici manoscritti, prega, a nome del suo Ordine, Vostra Maestà Imperiale ed Apostolica, la quale porta così degnamente il glorioso nome del Santo Istitutore dei Francescani, a degnarsi di prendere sotto la sua protezione questa colossale Impresa Scientifica Francescana, la quale avrà una salutare influenza anche negli Stati di Vostra Maestà; e di volere presentemente sostenerla con un sussidio pecuniario, onde si possa continuare i viaggi ed acquistare una casa nella quale i religiosi collaboratori, che ora sono dispersi a lavorare in varie biblioteche d’Europa, possano radunarsi per incominciare la pubblicazione del grande materiale raccolto».
 
Due novità si evidenziano con la rivoluzione sessuale del Gender, la prima: per la prima volta nella storia si vuole modificare le categorie sessuali di uomo e donna utilizzando strategie politiche e misure legislative. La seconda novità, questo progetto rivoluzionario viene portato avanti da una minoranza, una elites al potere che dall'alto intende modificare e plasmare tutta la società intera. Tutto questo“accade oggi sotto ai nostri occhi e su scala mondiale”, lo sostiene la giornalista sociologa tedesca Gabriele Kuby nel suo saggio, “La Rivoluzione sessuale globale”, sottotitolo: “Distruzione della libertà nel nome della libertà”, edito a settembre 2017, da Sugarco.
 

Nella concretezza della vita

di GUALTIERO BASSETTI

L’ Amoris laetitia è un documento bellissimo, a tratti poetico, denso di significati e di implicazioni pastorali. Un testo che va letto e meditato con grande serenità, senza essere guidati da giudizi aprioristici e soprattutto senza essere influenzati da alcune interpretazioni epidermiche che si sono diffuse, nel corso del tempo, in un dibattito pubblico che, a volte, mi è parso prediligere il sensazionalismo all’autentica realtà dei fatti. Non è ovviamente mia intenzione darvi dei suggerimenti teologici su come impostare la vostra riflessione.
 
Il Santo Padre Francesco ha ricevuto oggi in Udienza, nel Palazzo Apostolico Vaticano, il Presidente della Repubblica del Sierra Leone, S.E. il Sig. Ernest Bai Koroma, il quale ha poi incontrato S.E. Mons. Paul Richard Gallagher, Segretario per i Rapporti con gli Stati.
 

Come finì lo scisma d’Occidente

Seicento anni fa, l’11 novembre 1417, a Costanza fu eletto papa Martino V, morto nel 1431. L’evento è davvero storico. Scegliendo il cardinale Oddone Colonna, i ventitré cardinali presenti al concilio di Costanza posero infatti fine al più lungo e drammatico scisma della cristianità occidentale.
 

La cordata dei corrotti


Venerdì, 10 novembre 2017
 
Assuntina Morresi

Per i tedeschi, d'ora in poi, i sessi non saranno più due, maschio e femmina, ma tre. Entro il 2018, infatti, in Germania all’anagrafe si potrà essere registrati come “inter” o “divers”: si introdurrà cioè un terzo sesso nel quale potranno riconoscersi le persone intersex, quelle cioè che alla nascita hanno caratteristiche “che non possono essere attribuite alle tipiche definizioni di maschile o femminile” (secondo la definizione dell’Alto rappresentante Onu per i diritti umani). Ma di che si tratta, realmente?
Continua su L'Occidentale
 
The Catholic-Muslim Forum, established in 2008 by the Pontifical Council for Interreligious Dialogue (P.C.I.D.) and the Signatories of the “Open Letter” (A Common Word) to Pope Benedict XVI and other Christian Leaders, held its Fourth Seminar in Berkeley (CA, USA), from 6th to 8th November 2017 on the theme, “Integral Human Development: Growing in Dignity. Catholic and Muslim perspectives.”
 

Stop vendita sigarette in Vaticano

In risposta alle domande dei giornalisti, circa la decisione del Papa sull’interruzione della vendita di sigarette ai propri dipendenti, il Direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Greg Burke, ha rilasciato la seguente dichiarazione:
 

Sguardo missionario

di MARC OUELLET

Dobbiamo rileggere Amoris laetitia in uno spirito di conversione pastorale che suppone in primo luogo un’accoglienza autentica e priva di pregiudizi dell’insegnamento pontificio; in secondo luogo un’apertura a un mutato atteggiamento nei riguardi delle culture lontane dalla fede; in terzo luogo una convincente testimonianza della gioia del Vangelo che promana dalla fede nella Persona di Gesù e nel suo sguardo d’amore e di misericordia su ogni realtà umana.
 

Carità e spirito profetico

Esce il 9 novembre la vita di Francesca Cabrini scritta da Lucetta Scaraffia

Cento anni fa moriva, nell’ospedale per i migranti che aveva costruito a Chicago, Francesca Cabrini. Era in viaggio, come sempre, per visitare le opere di assistenza ai migranti che aveva fondato nei lunghi anni del suo apostolato, e per costruirne di nuove dove c’era necessità.
 
I LEA sono eredità della sensibilità nata dal dettato Costituzionale e dalla sua dimensione personalistica. Andando avanti nel tempo però presentano, oltre le luci, anche le ombre di un sistema a-valoriale che via via ha inquinato sia i fondamenta sia la prassi del servizio     
 

Diversità nell'armonia


Giovedì, 9 novembre 2017
 
Venerdì 10 e sabato 11 novembre 2017 si terrà in Vaticano, presso l’Aula Nuova del Sinodo, il Simposio Internazionale dal titolo “Prospettive per un mondo libero dalle armi nucleari e per un disarmo integrale”, organizzata dal Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale.