Newsletter ilcattolico.it

contact
La nostra newsletter ti consente di ricevere settimanalmente i nostri principali rilanci stampa,
le catechesi e tutti i momenti formativi e le campagne del sito.

Iscriviti, ti aspettiamo, clicca il link qui sotto per accedere alla pagina.

sacro-cuore.jpg

Primo piano

{sidebar id=10} {tab=cuore}Haurietis aquas
Il Pontefice sostiene l'opportunità di praticare il culto al Cuore Sacratissimo di Gesù. Tale culto, da molto tempo diffuso nella Chiesa, affonda profondamente le radici nelle pagine stesse del Vangelo. Il Cuore di Gesù ha avuto una partecipazione attiva e rilevante nella missione salvifica del Redentore. Pertanto, il culto al Cuore di Gesù è doveroso e riconoscente culto alla Persona del Verbo Incarnato. Esso è prezioso vessillo di salvezza anche per il mondo moderno. Ai Venerabili Fratelli Patriarchi, Primati, Arcivescovi, Vescovi e agli altri Ordinari locali che hanno pace e comunione con la Sede Apostolica. Venerabili Fratelli, salute e Apostolica Benedizione. - Papa Pio XII sulla devozione al Sacro Cuore di Gesù 15 Maggio 1956 -

Vai al documento





{tab=occhi}

Christian desktop

il Sacro Cuore

lo sposo divino si impadronì del mio cuore...

(per gentile concessione di Sr. Maria Nerina)







{tab=mente}
Senso di colpa e coscienza di colpa

«Perché sei irritato e perché è abbattuto il tuo volto? Se agisci bene, non dovrai forse tenerlo alto? Ma se non agisci bene, il peccato è accovacciato alla tua porta; verso di te è il suo istinto, ma tu dominalo». (Gn. 4,6-7) Se c'è una cosa che scandisce le nostre scelte, i nostri orientamenti, le nostre prospettive, questi è il senso di colpa. Il senso di colpa affiora nella vita psichica inconscia per una ferita ben più profonda e nessuno ne è immune. Dalla vita inconscia passa e si manifesta nella vita cosciente in tanti modi e in tante nevrosi e compensazioni. Il senso di colpa non è tanto qualcosa creato dall'esterno ma qualcosa che è già in noi in maniera larvale dalla ferita dovuta al peccato originale e che si acuisce con gli errori educativi e le nostre scelte sbagliate. Una ferita che ci portiamo dietro che "ricorda" la nostra ribellione verso Dio e l'immagine falsa che di Lui ci siamo creati e ci creaimo continuamente. Questo senso di colpa "larvale" può essere riconosciuto oppure nascosto, in ogni caso orienterà le nostre scelte se rimane sotto forma di nevrosi e non di coscienza. Continua 
{/tabs} Slide in evidenza {slide= - Lo Spirito Santo -} "La Chiesa professa la sua fede nello Spirito Santo come in colui «che è Signore e dà la vita». Così essa professa nel Simbolo di Fede, detto niceno-costantinopolitano dal nome dei due Concili -di Nicea (a. 325) e di Costantinopoli (a. 381) -, nei quali fu formulato o promulgato. Ivi si aggiunge anche che lo Spirito Santo «ha parlato per mezzo dei profeti». Sono parole che la Chiesa riceve dalla fonte stessa della sua fede, Gesù Cristo. Difatti, secondo il Vangelo di Giovanni, lo Spirito Santo è donato a noi con la nuova vita, come annuncia e promette Gesù il grande giorno della festa dei Tabernacoli: «Chi ha sete venga a me, e beva chi crede in me. Come dice la Scrittura, fiumi di acqua viva sgorgheranno dal suo seno»"
(Domininum et vivificantem , 1)

Continua nella sezione dedicata
{/slide}{slide=5 per mille per - Associazione La nostra Famiglia -}
Cari amici,
Anche la legge finanziaria di quest'anno ha confermato la possibilità per il contribuente di destinare una quota pari al 5 per mille dell'imposta sul reddito a sostegno del volontariato. In occasione della propria dichiarazione dei redditi ogni contribuente potrà scegliere direttamente l'organizzazione a cui devolvere tale contributo indicando semplicemente il codice fiscale nell'apposito spazio previsto nei modelli 730 e UNICO. Quest'anno vi proponiamo di sostenere l'associazione "La nostra famiglia".
L'Associazione "LA NOSTRA FAMIGLIA" è un Ente Ecclesiastico civilmente riconosciuto con D.P.R. n. 765 del 19.6.58, che svolge anche attività ONLUS di assistenza sanitaria, socio-sanitaria, istruzione e formazione finalizzate in particolare a persone disabili e svantaggiate. Viene riconosciuta per la vasta rete di strutture di riabilitazione extraospedaliere
la lunga e accreditata esperienza nell'ambito delle disabilità dell'età evolutiva (primo Istituto di riabilitazione convenzionato con lo Stato italiano)
  35 sedi in Italia 2.000 operatori oltre 20.000 pazienti all'anno Continua qui
{/slide}{slide=L'infallibilità del Papa} Questa sera affrontiamo un argomento molto delicato, che si riallaccia a un tema importante nel campo dell'apologetica, al tema della credibilità della Chiesa cattolica. Gli amici radioascoltatori ricorderanno che, affrontando il tema della credibilità della Chiesa cattolica, siamo partiti da una domanda precisa: quali motivi ci sono per essere certi che soltanto la Chiesa Cattolica sia quella Chiesa edificata da Nostro Signore Gesù Cristo. Abbiamo interrogato la storia, partendo evidentemente dai dati storici forniti dal Vangelo, e la storia ha emesso il suo verdetto, un verdetto molto chiaro: né le confessioni religiose della famiglia protestante, né le confessioni religiose anglicane, né la confessione antica dei valdesi, né la Chiesa ortodossa d'Oriente possono vantare, o meglio possono dimostrare di essere state volute, di essere state edificate - per usare una terminologia cara al Vangelo - da Nostro Signore Gesù Cristo. vai alla meditazione
{/slide} {sidebar id=11}
News preview      Visione completa    -    Archivio completo    -    Il Punto    -    Gli amici scrivono {sidebar id=15} {sidebar id=17} {sidebar id=18} {sidebar id=16} {sidebar id=24}  {sidebar id=20}  

 Media Preview      Altri video qui                 Altri Audio qui Catholic Video

BENEDICTA SIT SANCTA TRINITAS
Schola Gregoriana Mediolanensis, Direttore Giovanni Vianini, Milano, Italia




Top Audio

Veni Sancte Spiritus - Sequenza di Pentecoste


Regina Coeli
gregoriano

Salve Regina
Gregoriano - Schola Benedyktynow Tyniec





 Catholic preview  L'orazione mensile  In evidenza  La Meditazione  Siti in evidenza  Giugno preghiamo per..  Lettera ai Vescovi Il Timor di Dio    ASLM
 

sostenitori

I nostri sostenitori

{mosmodule=Banner}

I sostenitori di Zammerù Maskil sono amici noti e anonimi, sponsor che contruibuiscono al mantenimento, al sostentamento e alla crescita del sito internet con contributi economici e con l'affetto.
Sostengono l'opera evangelizzatrice di Zammerù Maskil e la sua valenza culturale nel mare di internet.
Visita i loro siti.
 

Sito del Mese: Comitato Verità e Vita

 Sito del Mese: Comitato Verità e Vita Questo sito nasce con l'obiettivo di ricordare a ogni uomo una verità scomoda: in tutto il mondo da troppi anni è in atto una guerra silenziosa. Una guerra che si combatte nelle nostre città e nei nostri paesi, nell'indifferenza generale e con l'approvazione delle leggi dello Stato. E' la gigantesca guerra contro la vita umana innocente: milioni di bambini uccisi con l'aborto procurato, altrettante donne distrutte nell'anima dalla complicità nella eliminazione dei loro stessi figli.

Bambini uccisi con la fecondazione artificiale, nel nome del figlio ad ogni costo; intere società assuefatte al figlio in provetta, magari con la scusa pietosa che è "regolamentata e omologa". L'eutanasia legale usata come soluzione finale per neonati handicappati, ammalati e anziani.


L'Associazione Comitato Verità e Vita - organismo aconfessionale nato in Italia nel 2004 - si impegna a fare in modo che queste verità scomode non siano mai taciute, che siano anzi portate al centro del dibattito pubblico. Perché non esistono ragioni di opportunità o argomenti di natura politica che possano giustificare un colpevole silenzio sugli attentati che la modernità compie ogni giorno contro l'essere umano innocente. Diamo voce a chi non ha voce. Sempre. A costo di pagare un prezzo.

Mario Palmaro
Presidente dell'Associazione Comitato Verità e Vita

Visita il sito dell'Associazione

 

Catechesi evergreen

{sidebar id=1}
 

Ipse dixit

La frase per riflettere di questo mese di Maggio 2007 {styleboxjp}Mi sembra chiaro come la luce del giorno
che l'aborto è un crimine (Gandhi) {/styleboxjp}