contact
La nostra newsletter ti consente di ricevere settimanalmente i nostri principali rilanci stampa,
le catechesi e tutti i momenti formativi e le campagne del sito.

Iscriviti, ti aspettiamo, clicca il link qui sotto per accedere alla pagina.

Oggi la Chiesa celebra la festa dell’Esaltazione della Croce, uno dei misteri più importanti della fede cristiana. Importante, ma difficile da accettare. Siamo tutti disposti ad accogliere con gioia il mistero dell’Incarnazione del Verbo, il Natale, ma facciamo fatica a comprendere perché la gloria della Resurrezione debba passare attraverso la Croce.
 
P. Pietro Messa, ofm

La vocazione ecclesiale del teologo è stata richiamata dalla istruzione Donum veritatis pubblicata – previa approvazione del papa Giovanni Paolo II – a firma del cardinal Joseph Ratzinger, quale prefetto della Congregazione della dottrina delle fede, nel 1990.
 

SULLA VOCAZIONE ECCLESIALE
DEL TEOLOGO
 
Fonte: https://ilsismografo.blogspot.com/2021/09/grecia-la-festa-dellesaltazione-della.html

La tradizione liturgica siro occidentale celebra, con tutte le altre tradizioni  liturgiche di Oriente e di Occidente, il giorno 14 settembre la festa dell'Esaltazione  della santa Croce. La festa porta nei libri liturgici siriaci il titolo: “Esaltazione della  Croce", ed ha un’origine gerosolimitana collegata alla dedicazione della basilica della Risurrezione edificata sulla tomba del Signore nel 335, ed anche con la celebrazione  del ritrovamento della reliquia della Croce da parte dell'imperatrice Elena.
 
(s.m.) A far correre questa estate le voci su possibili dimissioni di papa Francesco era stato anche un dotto articolo uscito in Italia su una rivista specialistica, che prospettava nuove norme canoniche riguardanti sia la rinuncia di un papa, sia la sua totale inabilità.
 
Sesto Fiorentino, Palermo, Moncalieri... Buone pratiche (economiche) analizzate da Associazione 21 luglio e pubblicate da Fondazione Cei Migrantes. Il prefetto Rabuano: così si riduce la devianza.
 
Dear Friends,
For some time now, we have been in combat against the spread of the coronavirus, COVID-19. From all that we can tell – and one of the difficulties of the combat is that so much about the pestilence remains unclear – , the battle will yet continue for some time. The virus involved is particularly insidious, for it has a relatively long incubation period – some say 14 days and some say 20 days – and is highly contagious, much more highly contagious than other viruses we have experienced.
 
[1/4] Dall’Afghanistan dei Talebani all’Afghanistan dei Talebani. Sembra essere soltanto questa la parabola degli ultimi 20 anni nel Paese. Ma non è che l’ultima in ordine di tempo: chiavi di lettura per fare memoria scritte da chi ci ha vissuto e lavorato per 25 anni.
 
Al centro del perdono c’è Dio che ci abbraccia, non la lista dei peccati e la nostra umiliazione.
 
Il cardinale gesuita, morto il 17 settembre 1621, ebbe un ruolo fondamentale nel rinnovamento della Chiesa dopo Trento. Proclamato santo, fu grande teologo oggi con la fama scomoda di antieretico.
 
Francesco invia un messaggio ai sacerdoti che partecipano alla Giornata di fraternità con i vescovi lombardi: "Non siete solo un oggetto di assistenza, ma protagonisti attivi della comunità". "Pregate per me, che sono un po' anziano e un po' malato ma non tanto!". Messa con l'arcivescovo Delpini, una preghiera per i preti morti in Italia a causa della pandemia di Covid.
 
Ewa Kusz, membro del comitato organizzativo dell’incontro regionale sulla protezione dei minori per l’Europa centrorientale a Varsavia, raccoglie le voci delle persone abusate dai sacerdoti.
 
Il Tar del Lazio dice «no» alla riduzione dell'orario e all'esonero dalle lezioni. In aumento gli insegnanti di sostegno precari.
 
Questa mattina il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza i partecipanti all’Incontro con i moderatori delle associazioni di fedeli, dei movimenti ecclesiali e delle nuove comunità, organizzato dal Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, sul tema: La responsabilità di governo nelle aggregazioni laicali: un servizio ecclesiale.
 
Santità,
La ringrazio a nome mio e anche a nome di tutta la Chiesa Cattolica in Slovacchia per aver celebrato questa santa Eucaristia nella festa della Madre Addolorata, nostra cara Patrona. È un onore e una gioia per questo Santuario, per questa diocesi, ma anche per tutta la nostra nazione. Sono molto felice che, guidati da Lei, abbiamo potuto esprimere la nostra grande devozione e il nostro amore alla Madre celeste.
 
Conclusa la Celebrazione Eucaristica al Santuario Nazionale di Šaštín il Santo Padre Francesco si è trasferito in auto all’Aeroporto Internazionale di Bratislava per la cerimonia di congedo dalla Slovacchia.
 
Concluso il momento di preghiera in privato con i Vescovi della Slovacchia, dopo aver compiuto un giro in papamobile tra i 60 mila fedeli presenti, alle ore 10.00 il Santo Padre Francesco ha presieduto la Santa Messa nella Solennità della Beata Vergine Maria dei Sette Dolori, Patrona della Slovacchia.
 
Questa mattina, dopo essersi congedato dal personale, dai benefattori e dagli amici della Nunziatura Apostolica di Bratislava, il Santo Padre Francesco si è trasferito in auto al Santuario Nazionale di Šaštín.
 
In un testo inedito che uscirà giovedì 16 settembre in un volume delle Edizioni Cantagalli il Papa Emerito affida l'ultimo accorato appello affinché l'Europa riscopra e riaffermi la sua vera origine e identità che l'hanno resa grande e modello di bellezza e umanità.
 
L’arcivescovo di Adelaide, Patrick O’Regan, ha ceduto parte di un terreno per il rinnovamento culturale voluto dai clan aborigeni. Il custode della cultura ancestrale: “Profondamente grati alla Chiesa, che sia un passo verso la biculturalità”.