Joint Declaration on Global Health by His Holiness Pope Francis, Head of the Catholic Church, and His Highness Sheikh Mohamed bin Zayed Al Nahyan, Crown Prince of Abu Dhabi

arcobaleno perfettoOn the occasion of the Reaching the Last Mile Forum in Abu Dhabi, we reaffirm our mutual cooperation towards the improvement of the health and wellbeing of communities in need.

This cooperation stems from a belief that every person, no matter their background, has the right to live a dignified and healthy life.

The context in which these pathologies often arise is the poverty and social vulnerability of the most marginalized members of society. We therefore call for renewed efforts – including comprehensive political action and willing cooperation between civil society and individual States, which have a responsibility for the health of their own citizens – to promote sanitary, social and educational programmes and to develop adequate medical networks of prevention, diagnosis and treatment, so that no one remains left behind.

We also make an appeal to the international community to collaborate to reach the most vulnerable populations and focus attention on diseases that afflict the most impoverished people.

One such area of focus is the fight to end Neglected Tropical Diseases (NTDs), which affect more than 1.5 billion of the world’s population. Despite programmes launched at the international level and improved access to treatments, NTDs remain a second priority on the global agenda.

Faced with diseases that today can be monitored, prevented and eliminated, there is a need for greater efforts on the parts of all to coordinate available resources in order to achieve adequate solutions. This will also demand an interdisciplinary, socio-medical and environmental approach.

Guaranteeing the right to treatment for all people is paramount. We therefore fully support the Reaching the Last Mile Fund and its work in treating and monitoring of NTDs, and in the future will continue to collaborate on other global health initiatives.

Finally, we trust in the solidarity of all people who understand the sufferings of those in situations of great need in neglected and disadvantaged parts of the world, so that this needless scourge afflicting humanity may be eradicated once and for all.

Abu Dhabi, 18th November 2019

On behalf of His Holiness Pope Francis
His Grace Archbishop Francisco Montecillo Padilla, Apostolic Nuncio to the UAE

On behalf of His Highness Sheikh Mohamed Bin Zayed
His Excellency Mohamed Mubarak Al Mazrouei
Undersecretary of the Crown Prince Court of Abu Dhabi

© http://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino.html 18 novembre 2019




Pubblichiamo di seguito, in una traduzione italiana dall’inglese, il testo della dichiarazione congiunta di Papa Francesco e dello sceicco Mohamed bin Zayed Al Nahyan, principe ereditario di Abu Dhabi, sulla salute globale.

In occasione del Reaching the Last Mile Forum di Abu Dhabi, ribadiamo la nostra mutua cooperazione per il miglioramento della salute e del benessere delle comunità nel bisogno. Questa cooperazione nasce dalla convinzione che ogni persona, quali che siano le sue origini, ha il diritto di condurre una vita dignitosa e sana. Il contesto in cui spesso sorgono queste patologie è quello della povertà e della vulnerabilità sociale dei membri più emarginati della società. Pertanto, chiediamo sforzi rinnovati — compresa l’azione politica comprensiva e la volenterosa cooperazione tra società civile e singoli Stati, che hanno la responsabilità della salute dei loro cittadini — per promuovere programmi sanitari, sociali ed educativi e per sviluppare reti mediche adeguate di prevenzione, diagnosi e cura, di modo che nessuno venga lasciato indietro. Lanciamo anche un appello alla comunità internazionale, affinché collabori per raggiungere le popolazioni più vulnerabili e concentri l’attenzione sulle malattie che affliggono le persone più indigenti. Uno di questi ambiti ai quali dedicare attenzione è la lotta per porre fine alle malattie tropicali neglette (NTD), che colpiscono oltre 1,5 miliardi di persone nel mondo. Malgrado i programmi avviati a livello internazionale e un migliorato accesso alle cure, le malattie tropicali neglette rimangono una seconda priorità nell’agenda globale. Dinanzi a malattie che oggi possono essere monitorate, prevenute ed eliminate, occorre un maggiore impegno da parte di tutti per coordinare le risorse disponibili al fine di raggiungere soluzioni adeguate. Ciò richiederà anche un approccio interdisciplinare, socio-medico e ambientale. Garantire il diritto alle cure per tutti è fondamentale. Pertanto, sosteniamo pienamente il Reaching the Last Mile Fund e il suo lavoro nel trattare e monitorare le malattie tropicali neglette, e in futuro continueremo a collaborare in altre iniziative globali per la salute. Infine, confidiamo nella solidarietà di tutte le persone che comprendono la sofferenza di quanti si trovano in situazioni di grande bisogno e in zone dimenticate e svantaggiate del mondo, di modo che questa piaga non necessaria che affligge l’umanità possa essere sradicata una volta per tutte.

Abu Dhabi, 18 novembre 2019
Per Sua Santità Papa Francesco Sua Eccellenza l’Arcivescovo Francisco Montecillo Padilla Nunzio Apostolico presso gli Emirati Arabi Uniti
Per Sua Altezza Sheikh Mohamed Bin Zayed Sua Eccellenza Mohamed Mubarak Al Mazrouei, Sottosegretario della Corte del Principe ereditario di Abu Dhabi

© Osservatore Romano - 18-19 novembre 2019

Martedì della XIX settimana delle ferie del Tempo Ordinario

S. Chiara d'Assisi, vergine e fondatrice (1194-1253)

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list di cristiano cattolico. Conforme al Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196, per la tutela delle persone e e il rispetto del trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio. Vedi pagina per la privacy per i dettagli.
Per cancellarsi usare la stessa mail usata al momento dell'iscrizione.